Zaia assicura: "Restiamo in giallo" - La Voce di Rovigo

Zaia assicura: Restiamo in giallo - La Voce di Rovigo
La voce di Rovigo INTERNO

Le persone ricoverate in ospedale sono attualmente 1.808 (32 più del giorno prima), di cui 206 in terapia intensiva

E’ la linea di Luca Zaia per ridefinire il numero di persone positive in Veneto.

Non un capriccio - spiega - ma una possibilità prevista dall’Ecdc, già utilizzata in Spagna e su cui si sta concentrando il dibattito scientifico a livello europeo.

Per Zaia, secondo questo punto di vista, “Il paziente positivo ma senza sintomi non è un caso”. (La voce di Rovigo)

Su altri media

Un ruolo fondamentale, tra pressioni o richieste dirette, lo stanno giocando le Regioni. Le Regioni chiederanno di adottare le linee guida dell’Ecdc”. (StrettoWeb)

La Lombardia ha annunciato che da domani, venerdì 14 gennaio, sarà pronta a distinguere i ricoveri covid da quelli di pazienti positivi che sono in ospedale per altre patologie Noi chiediamo che questa quota di pazienti, non è vastissima ma pesa sul passaggio da zona a zona, venga depennata dalle statistiche. (MeteoWeb)

Quanto alla richiesta di una nuova classificazione dei 'casi' il governatore aggiunge: "auspichiamo che a ore si decida di estrapolare dalla contabilità ospedaliera i dati di quelli che definisco i 'Covid per caso', pazienti, facciamo l'esempio della partoriente, del tutto asintomatici che si scoprono positivi solo all'ingresso in ospedale col tampone" (Sky Tg24 )

Covid, Zaia: «Per ora niente zona arancione, ma non è ancora escluso»

Oggi vengono infatti calcolati come pazienti Covid anche i pazienti che vengono ricoverati per altre ragioni e si scoprono poi positivi al momento del ricovero “L’Ecdc invita a classificare come caso solo i positivi con sintomi, questo cambia la storia del Covid“, afferma Zaia. (Dire)

“Senza offendere nessuno – ha affermato Zaia -, se noi togliessimo i pazienti non vaccinati dalla terapia intensiva, il Veneto sarebbe in zona bianca”. Solo i primi 13 giorni di gennaio hanno registrato il +41% di presenza nelle terapie intensive dei non vaccinati e il -8% di presenza dei vaccinati. (Qdpnews)

Un caso atipico è Verona, dove questa mattina su 131 pazienti ricoverati per Covid, 50 hanno questa caratteristica di “Covid per caso”. Niente zona arancione per ora per il Veneto, ma si avvicina la soglia del 25% di occupazione dei posti letto in area non critica. (Daily Verona Network)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr