MotoGP, Miller operato al braccio destro: ma in Portogallo il pilota Ducati ci sarà

MotoGP, Miller operato al braccio destro: ma in Portogallo il pilota Ducati ci sarà
Approfondimenti:
La Gazzetta dello Sport SPORT

ok in portogallo — Tornato il 5 aprile in Spagna — l’australiano durante la stagione europea vive nel Principato di Andorra — il pilota della Ducati questa mattina si è recato da Mir per una visita di controllo che ha portato all’operazione immediata.

Miller adesso dovrà mantenere immobilizzato il braccio per i prossimi cinque giorni, ma la sua presenza a Portimao, dove il 18 aprile si corre il GP del Portogallo, non è in dubbio

Ma l’australiano della Ducati ufficiale potrà essere regolarmente al via del GP Portogallo il 18 aprile. (La Gazzetta dello Sport)

Su altri media

L’obiettivo è quello di poter scendere in pista già nel prossimo appuntamento di Portimão, per il Gran Premio del Portogallo in programma dal 16 al 18 aprile. Queste le parole di Jack Miller: “L’operazione è stata breve ed è andata molto bene (Motociclismo.it)

Come Iker Lecuona, anche Jack Miller ne ha approfittato per sistemare questo guaio fisico che l’ha condizionato nei GP MotoGP a Losail. L’intervento ha avuto luogo nella serata odierna al Hospital Universitari Dexeus di Barcellona, condotto dal dottor Xavier Mir e dal suo staff. (Corse di Moto)

‘Jackass’, infatti, sarebbe vicino ad un intervento chirurgico per risolvere le noie fisiche legate alla sindrome compartimentale, ormai comune fra i piloti. “Nel mio caso l’intervento chirurgico è l’opzione più consigliata e probabile – ha aggiunto lo stesso Jack – In passato ho seguito altri trattamenti con un ago, ma ora è probabilmente il momento di un intervento. (FormulaPassion.it)

MotoGP | Miller operato all’avambraccio destro

“Miller avrebbe dovuto pensare solo al risultato invece che dare sfogo a un suo capriccio con una manovra da bandiera nera” Lui è andato lungo insieme a Rins, voleva rientrare, mentre io non l’ho fatto”, ha raccontato Miller dopo il Gran Premio. (Motosprint.it)

“Sono riuscito a fare quattro giri molto veloci dopo l’incidente. Alla pari degli altri piloti del marchio ha pagato il consumo delle gomme negli ultimi giri, ma non può essere un alibi. (Corse di Moto)

Dopo aver effettuato una risonanza a riposo e una sotto sforzo, è stato deciso che era necessario eseguire subito l’intervento chirurgico per riportare l’attività vascolare e nervosa dell’avambraccio alla normalità. (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr