E se ci facessimo aiutare dalle ragazze e dai ragazzi a ripensare la scuola?

E se ci facessimo aiutare dalle ragazze e dai ragazzi a ripensare la scuola?
Vita INTERNO

E quindi, non potrebbe giovare anche al design di cose così complesse come un Piano Scuola (estate o autunno che sia)?

Mi faceva leggere un articolo di un preside molto arrabbiato , che lei condivideva: «oltre ad un piano “estate” - mi diceva - serve prima di tutto un piano “autunno”.

Ci sarebbe da chiedersi che ne pensano le ragazze e i ragazzi.

E insomma, ora c’è questo Piano Scuola Estate .

Per quanto riguarda i ragazzi, non si tratterebbe solo di ascoltarli ma di coinvolgerli attivamente nel design della scuola che verrà, già a partire da quest’anno. (Vita)

Ne parlano anche altre testate

Ci auguriamo che i genitori e gli studenti nei Consigli di classe e d’Istituto o in associazione, si attivino con proposte verso dirigenti scolastici, i quali non potranno non “tenerne conto” per costruire una collaborazione tra scuola, famiglie e territorio, rispondente alle attese dei ragazzi (Orizzonte Scuola)

Si strutturerà in tre fasi:. Nella fase 1, periodo giugno, le Istituzioni scolastiche potranno proporre:. iniziative di orientamento (ad esempio, nell’ambito delle STEAM);. attività laboratoriali (ad es. (Orizzonte Scuola)

Roma, 4 mag. “Abbiamo bisogno di docenti per avere classi più piccole e aumentare il tempo scuola e abbiamo bisogno anche di più dirigenti, che hanno una funzione fondamentale, non abbiamo dato il giusto peso alla gravosità degli impegni che hanno avuto, va riconosciuto di più nel confronto contrattuale con Aren” (LaPresse)

Covid Francia, tornano in classe gli studenti delle medie e dei licei

La Prefettura ha deciso che gli istituti superiori, sino a fine anno scolastico, devono adottare ingressi e uscite degli studenti scaglionati, ma i trasporti non sono stati potenziati e a farne le spese sono gli studenti, soprattutto i pendolari. (Gazzettinonline)

Proprio a proposito della riforma del ministero, Bianchi ha raccontato come, a suo parere, si debba cominciare dal dare maggiore importanza alla formazione professionale. In rapporto alla diminuzione degli studenti, il ministro ritiene invece che in futuro ci debbano essere sempre più insegnanti. (L'HuffPost)

Medie e licei riprendono le lezioni dopo un mese di assenza, 15 giorni riempiti con corsi a distanza e altri 15 con le vacanze di Pasqua. Per gli studenti degli ultimi due anni delle medie (che in Francia sono 4) lezioni in presenza per metà classe, a turno, gli altri potranno seguire da casa (Orizzonte Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr