Tassazione BTp settembre 2044: ecco perché questo titolo alla scadenza sarà particolare

InvestireOggi.it ECONOMIA

Maxi-credito d’imposta sul BTp 2044. Lo stato ci riconoscerà un credito d’imposta, pari all’aliquota del 12,5% sul valore della minusvalenza patita.

Vediamo un caso un po’ estremo con il BTp settembre 2044 e cedola 4,75% (ISIN: IT0004923998).

Significa che per acquistare BTp 2044 dal valore nominale di 1.000 euro, dovremmo spenderne 1.655 euro.

Nello scenario peggiore, il rendimento netto annuale dell’investimento nel BTp 2044 scenderebbe, quindi, dello 0,21%. (InvestireOggi.it)

Su altre fonti

BTp 2051 tra inflazione e prospettive. In soldoni, nei primi nove mesi di vita il BTp 2051 ha reso quasi lo 0,40% netto. Per quanto bassa, più che triplica il saldo netto dell’investimento nel BTp 2051 ad oggi (InvestireOggi.it)

Spread, come sta andando oggi 27 luglio. Lo spread tra Btp e Bund guadagna qualche piccola posizione questa mattina e torna a quota 105 punti. Spread tra Btp e Bund a quota 110,23 Euro alle 10.30. (Italia Sera)

A salvarsi Italgas (+0,5%) in scia ai solidi risultati del primo semestre, Recordati (+0,63%), Fineco (+0,1%) e Campari (+1,08%) dopo che la società ha reso noto di aver registrato nel primo semestre 2021 un utile netto a 156,8 milioni in crescita del 101,9% sul primo semestre dello scorso anno (Milano Finanza)

Analoga revisione anche per il Pil del 2022, salito a +4,2% dal precedente +4% In particolare, l’emissione in asta odierna di Bot semestrali da 7 miliardi di euro ha toccato nuovi minimi storici portandosi a quota -0,524%, dallo -0,521% del precedente collocamento. (La Sentinella del Canavese)

Intanto le borse europee proseguono in frazionale rialzo con Milano che sale dello 0,75% a 25.248 punti, Parigi dello 0,78%, Francoforte dello 0,19% e Londra dello 0,16%. Il rendimento del Btp decennale cresce dello 0,629% con lo spread Btp/Bund a 107 punti rispetto ai 106 di metà seduta (Milano Finanza)

Tuttavia, un’analisi più puntuale ci porta ad affermare che lo spread reale tra Italia e Germania è praticamente raddoppiato dall’inizio di quest’anno. Da quando c’è Mario Draghi a Palazzo Chigi, lo spread tra BTp e Bund non sembra più essere un problema. (InvestireOggi.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr