Ricomincia la scuola, come sarà la nuova normalità?

Ricomincia la scuola, come sarà la nuova normalità?
Sky Tg24 INTERNO

La Dad E intanto per un green pass che entra nel vocabolario del terzo anno scolastico in pandemia, c’è una parola che, nelle intenzioni, dovrebbe abbandonarci: la conosciutissima Dad

Il 13 settembre, nella maggior parte delle Regioni italiane, partirà il nuovo anno scolastico.

Parte così il primo anno scolastico dell’era Bianchi, con tante parole del passato ed una new entry che continua ad alimentare il dibattito degli ultimi giorni. (Sky Tg24 )

Su altri media

La giovane, che frequenta il Terza Media alla ‘Italo Calvino’, per mesi ha seguito la didattica a distanza in strada, prima da sola e poi insieme ad altri studenti, davanti all’istituto di via Sant’Ottavio e in piazza Castello, davanti alla Regione. (Orizzonte Scuola)

Marotta (Andis): non si è investito abbastanza. Secondo Paolino Marotta, presidente Andis, “non è proprio il caso di cantare vittoria I due terzi delle nomine dei supplenti annuali sarebbero state portate in porto, ma ne mancherebbero ancora non meno di 40 mila. (Tecnica della Scuola)

Tuttavia, se non si porrà in essere una ulteriore proroga a questa misura, diventerà impossibile stabilire come un lavoratore in condizioni di salute fragili potrà svolgere in presenza la sua mansione Docenti fragili, adesso iniziano i problemi? (Scuolainforma)

Bari, Tar respinge ricorso dei genitori per bocciatura del figlio: "Impreparato. Non è colpa della Dad"

Ma anche economiche: "Io sono un aperturista, - ha concluso - solo con il vaccino possiamo evitare nuove chiusure in caso l'epidemia peggiori" In chiusura, il presidente Fedriga ha invitato ancora una volta i cittadini ad avere fiducia nella scienza e a vaccinarsi: "Non solo per questioni di salute. (TGR – Rai)

Quest’ultima, però, come sottolineano i giudici amministrativi, è stata scelta proprio dalla famiglia del ragazzo dopo l’ordinanza emanata dal presidente della Regione Puglia. Così facendo il giovane ha seguito metà anno in presenza e l’altra metà a distanza. (Il Quotidiano Italiano - Bari)

Per il Tar, quindi, “la delibera di non ammissione dello studente alla classe successiva è immune dai censurati vizi di legittimità” e “non si rileva alcun errore sui presupposti, né difetto di motivazione o carenza istruttoria” (Telebari)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr