Milano, decine di denunce. Nei verbali tutto l'orrore

Milano, decine di denunce. Nei verbali tutto l'orrore
Approfondimenti:
ilGiornale.it INTERNO

Racconti in presa diretta di uno stupro di massa: con la crudezza, a volte indigeribile, che gli atti giudiziari sono costretti ad avere.

Questa furia maniacale verso le parti più intime delle vittime sembra un modus operandi costante del branco.

Le denunce arrivano da diverse parti d'Italia perchè la sera di San Silvestro erano arrivati a Milano ragazzi e ragazze anche da lontano, convinti di poter festeggiare serenamente il nuovo anno nel cuore di una città sicura

Le testimonianze delle vittime e dei loro amici descrivono con chiarezza altri protagonisti delle aggressioni: compreso quello che alcuni indicano come il «capo». (ilGiornale.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

La decisione riguarda l’episodio di presunta violenza sessuale di gruppo su quattro ragazze vicino alla Galleria Vittorio Emanuele II. Il gip invece non ha riconosciuto i gravi indizi a carico di Mahmoud Ibrahim per l’aggressione a due vittime all’angolo con via Mazzini. (Open)

Secondo quanto emerso dagli interrogatori, due delle nove vittime di violenza, durante l’aggressione hanno tentato di tenersi per mano per proteggersi e di allontanare il branco Continua a crescere il numero di giovani vittime di aggressioni e molestie avvenute nella notte di Capodanno in piazza Duomo a Milano (Open)

I provvedimenti sono stati eseguiti per un "consistente e concreto pericolo di fuga e gravi indizi". Ci sono nuove svolte sulle indagini inerenti le aggressioni e le molestie avvenute a capodanno in piazza Duomo a Milano nei confronti di alcune ragazze. (Redazione Quotidiano Giovani)

AGGRESSIONI IN PIAZZA DUOMO

Le notizie delle aggressioni passarono all'epoca un po' in sordina sui media, in particolar modo su quelli di sinistra. Fatti che destarono in Germania non poco scalpore e preoccupazione proprio perché avvenuti nella civilissima, accogliente e tollerante Colonia. (Gazzetta di Parma)

Mahmoud Ibrahim, 18 anni egiziano, in Italia dal 2019, e Abdallah Bouguedra, 21 anni, nato a Torino, fermati due giorni fa. Una volta isolate, sono state «violentate» una per una da una parte del gruppo, mentre altri, per confondere le forze dell'ordine, facevano «muro», gridando quasi in coro per far credere che stavano soltanto facendo festa. (leggo.it)

La newsletter del Corriere Torino Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Torino e del Piemonte iscriviti gratis alla newsletter del Corriere Torino Il giovane è accusato di concorso in violenza sessuale di gruppo, rapina e lesioni aggravate. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr