Motocross, follia in Argentina: lo fanno correre senza un braccio, muore pilota

Motocross, follia in Argentina: lo fanno correre senza un braccio, muore pilota
La Gazzetta dello Sport SPORT

Bacur ha perso il controllo della moto durante un salto, finendo per essere travolto da altri due piloti.

Lo scorso 4 marzo aveva ottenuto un podio e due settimane dopo era anche tornato ad assaporare il gusto della vittoria.

È praticamente impossibile, soprattutto se si pretende di competere con altri piloti”, ha spiegato Terranova.

Il 23enne Alberto “Wey” Zapata Bacur aveva subito un incidente che gli era costato l’amputazione di un braccio. (La Gazzetta dello Sport)

Su altri media

Addio a Wey Zapata. "I medici hanno detto che le mie possibilità di guidare una motocicletta erano pari a zero" aveva raccontato fiero dopo avere ripreso l’attività agonistica, collezionando anche un paio di terzi posti. (Sportal)

Zapata: l’incidente mortale in pista. Per un pilota, per un altro pilota avrebbe significato finirla lì. Alberto Zapata ha fermato in quel punto esatto la sua vita (Virgilio Sport)

Dopo un undicesimo posto in una delle gare a cui aveva preso parte, nelle scorse settimane ha pure conquistato un podio A novembre, vittima di un incidente d’auto, si era salvato grazie al pronto intervento di una infermiera: i medici erano però stati costretti ad amputargli il braccio sinistro. (QUOTIDIANO.NET)

Alberto «Wey» Zapata morto in moto da cross, correva senza un braccio

L'avere un solo braccio però non aveva fermato la sua voglia di gareggiare e così, dopo aver ricevuto l'autorizzazione per correre con i normodotati, Alberto Zapata era tornato in pista lo scorso marzo ricevendo la standing ovation di tutti i presenti (Sport Fanpage)

Ci sono volte in cui il destino sembra voler mostrare tutta la sua furia ad un unico indirizzo e la storia di Alberto Wey Zapata è di quelle che dimostrano proprio questo. Se non fosse che quella di Alberto Wey Zapata era una storia pazzesca. (Moto.it)

Una sofferenza immensa per un ragazzo che ci ha insegnato tanto sulla forza di volontà e sull’amore per lo sport Il campione di motocross Alberto «Wey» Zapata, 23 anni, si era distinto nei crossodromi di tutta l’Argentina per una storia al limite dell’incredibile. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr