Stellantis fa segnare un -27% nelle consegne del terzo trimestre. Colpa della mancanza di semiconduttori

DMove.it ECONOMIA

Stellantis comunque in crescita. La crescita di Stellantis, infine, non è stata interrotta, ma solo rallentata.

Stellantis ha registrato un -27% nelle consegne del terzo trimestre derivato dagli ordini inevasi di semiconduttori che hanno frenato la produzione e la possibilità di soddisfare la domanda.

India e Asia-Pacifico e Cina restano invariate rispettivamente a +10% e +5% di crescita per le prospettive di mercato. (DMove.it)

Ne parlano anche altri giornali

Ha pesato la contrazione della produzione del 30% o, appunto, 600 mila vetture a causa della mancanza di chip. Ci aspettiamo che in conference call il gruppo fornisca più dettagli sul free cash flow visto positivo nel 2021 (Notizie - MSN Italia)

Stellantis celebra l’ampliamento della filiera del Polo Automotivo Goiana a Pernambuco, con l’inaugurazione dello stabilimento industriale di Yazaki, nel comune di Bonito. Attualmente, la catena locale di fornitori automobilistici comprende 34 aziende e impiega più di 12mila professionisti a Pernambuco. (ClubAlfa.it)

Tralasciando per un attimo i problemi legati alla produzione, appare evidente che il cambio di paradigma dalla combustione all’elettrico non stia avvenendo. Stellantis apre le porte dello stabilimento di Mirafiori e “svela” alla stampa la sua linea di produzione della 500 elettrica e i test su altri veicoli del gruppo Fca-Psa. (Cronaca Qui)

Tra i diversi brand del Gruppo, da sottolineare la performance di Maserati, le cui consegne sono cresciute del 18%, arrivando a 5.800 unità, con ricavi a +31%, sulla scia dal successo della MC20, che ha creato un effetto traino per il resto della rinnovata gamma del Tridente (Automoto.it)

Sui conti della dimora automobilistica nata all’inizio dell’anno dalla fusione di Fiat Chrysler con la francese continua a pesare la carenza di chip. Stellantis chiude il trimestre con ricavi in flessione del 14% a 32,6 miliardi di euro e il 27% in meno delle consegne a 1,31 milioni di unità. (Roccarainola.net)

Al 30 settembre 2021, lo stock di veicoli nuovi è pari a 689 mila unità, incluso lo stock di proprietà di 148 mila unità. Le consegne sono diminuite del 27% a 1,131 milioni, principalmente per la perdita di circa 600 mila unità, pari a circa il 30% della produzione pianificata del terzo trimestre 2021, dovuta a ordini inevasi di semiconduttori. (Il Cittadino on line)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr