Violenza a Torino Valdocco, agenti aggrediti per evitare un arresto: scatta il controllo in tutto il condominio

Violenza a Torino Valdocco, agenti aggrediti per evitare un arresto: scatta il controllo in tutto il condominio
TorinoToday INTERNO

Sono state identificate circa 50 persone, di cui 20 con precedenti per reati contro il patrimonio e spaccio di droga e cinque attualmente irregolari sul territorio nazionale, richiedenti asilo.

In quell'occasione erano stati feriti tre poliziotti e successivamente arrestati tre uomini, tra cui lo stesso spacciatore.

Sono state trovate modiche quantità di sostanze stupefacenti nelle cantine dell’edificio. (TorinoToday)

Su altri giornali

Team Italia srl tratterà i tuoi Dati Personali nel rispetto del Regolamento UE n. 2016/679 e della normativa nazionale in materia di protezione dei dati personali (di seguito “Normativa Privacy”). (Trapani Oggi - Notizie di cronaca, politica, attualità Trapani)

In 20 hanno precedenti per reati contro il patrimonio e spaccio di sostanze stupefacenti. (LaPresse) – Controllo straordinario presso uno stabile di Corso Regina Margherita 162 a Torino. (LaPresse)

Decine di uomini della polizia stanno perquisendo gli alloggi di quello che è conociuto come il palazzo dello spaccio, proprio perchè residenza di un gran numero di pusher (Quotidiano Piemontese)

Blitz della polizia nel condominio che si era ribellato all'arresto di un pusher

IL VIDEO del blitz in corso Regina Margherita:. . Poliziotti circondati e pestati: la rivolta per salvare il pusher Sono in corso verifiche su allacci abusivi alle forniture elettriche ed eventuali carenze igienico sanitarie, che saranno comunicate alle autorità competenti. (Cronaca Qui)

Una risposta immediata e incisiva decisa ieri mattina dal comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico della Prefettura. Scattata questa mattina all’alba un imponente operazione della polizia in corso Regina 162, nel palazzo dove pochi giorni fa tre agenti dell’antidroga sono stati picchiati e disarmati dai residenti intervenuti per impedire l'arresto di un pusher. (La Stampa)

L’aggressione alla polizia di sabato aveva sollevato le proteste dei sindacati di polizia “Quando sono arrivato non c’era la luce”, si giustifica un inquilino del terzo piano mentre la polizia controlla l’alloggio e i tecnici staccano la corrente. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr