La Formula 1 vara la norma ‘anti-Wolff’ dopo Silverstone: i team dai commissari solo se convocati

La Formula 1 vara la norma ‘anti-Wolff’ dopo Silverstone: i team dai commissari solo se convocati
Sport Fanpage SPORT

La Formula 1 vara la norma ‘anti-Wolff’ dopo Silverstone: i team dai commissari solo se convocati Dopo quanto avvenuto a Silverstone con Toto Wolff e Christian Horner in seguito all’incidente tra Hamilton e Verstappen, la FIA ha comunicato ai team di Formula 1 che d’ora in poi i membri delle squadre durante le gare potranno parlare con i commissari solo in seguito ad una convocazione ufficiale o comunque previo consenso da parte del direttore di gara. (Sport Fanpage)

Ne parlano anche altri giornali

L’aria era – o, sarebbe meglio dire, è - elettrica da inizio anno, da quando RB16B e W12 hanno messo le ruote in pista sul tracciato del Bahrain È forse una delle frasi che chi, tra di voi, ha avuto il piacere di gustarsi quel capolavoro del fumetto che risponde al nome di Dago ha sicuramente colto. (Motorsport.com, Edizione: Italia)

Non si sono ancora placati gli scambi di accuse e le polemiche seguiti allo scontro in pista tra Lewis Hamilton e Max Verstappen sul circuito di Silverstone. 22 Luglio 2021. "Il linguaggio utilizzato è di un livello che mai avevamo visto prima in questo sport", ha dichiarato Wolff. (Sportal)

Alla luce di questa situazione, considerando che non vincevano da cinque gare e che era il Gran Premio di casa di Lewis, è comprensibile l’emozione che si è scatenata dopo l’arrivo". "Lewis ha chiesto per la prima volta informazioni sulle condizioni di Max subito dopo l’incidente, e lo abbiamo informato che era uscito dalla monoposto. (Motorsport.com Italia)

Wolff: “Quest’anno non possiamo permetterci piloti che si tolgono punti”

Non manca la tensione tra Red Bull e Mercedes, che in questo 2021 si stanno giocando i titoli piloti e costruttori in Formula 1. (AutoMotoriNews)

Poi Verstappen avrebbe altre due gare in cui scatenarsi: la belga Spa e la nuovissima Zandvoort, in Olanda, due GP che Max correrebbe in casa, anche se il supporto del pubblico sarà legato all’evoluzione della pandemia Dopo 10 gare su 23 non siamo ancora al giro di boa del campionato, ma 8 punti di distacco dopo 10 gare e alla vigilia del GP d’Ungheria, l’ultimo prima della pausa estiva, sono davvero nulla. (La Gazzetta dello Sport)

Quest’anno però la minaccia portata al dominio delle frecce d’argento da Max Verstappen e dalla Red Bull è troppo alta. In questa stagione non possiamo permetterci che i nostri piloti si tolgano punti l’uno con l’altro”. (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr