Confermato il carcere per Fiore e Castellino dopo l’attacco alla Cgil: “Pericolo reiterazione”

Confermato il carcere per Fiore e Castellino dopo l’attacco alla Cgil: “Pericolo reiterazione”
Altri dettagli:
Fanpage.it INTERNO

A cura di Alessia Rabbai. Il giudice delle indagini preliminari non ha convalidato l'arresto per le sei persone arrestate durante la manifestazione no Green Pass avvenuta sabato scorso a Roma, che ha visto l'assalto alla sede della Cgil.

Aronica e Castellino sull'irruzione nella Cgil hanno dichiarato di non essere mai entrati nella sede, Fiore ha detto invece di essere entrato solo quando dentro c'erano già i poliziotti

Castellino e Fiore hanno detto al giudice che si trovavano in piazza semplicemente come manifestanti "per protestare contro l'obbligo di Green Pass, ma non come militanti di Forza Nuova, perché il movimento non è più operativo da venti mesi". (Fanpage.it)

Su altre testate

Lo ha deciso il gip della Capitale, dopo l'udienza di convalida, ha emesso una nuova ordinanza di custodia cautelare per Giuliano Castellino, Roberto Fiore, entrambi di Forza Nuova, l'ex Nar, Luigi Aronica, Pamela Tesa, Biagio Passaro di Io Apro e Salvatore Lubrano. (Rai News)

Abbiamo prodotto un video documentale per dimostrare che si è comportato bene davanti alla sede del sindacato dei lavoratori” È quanto hanno affermato Giuliano Castellino e Roberto Fiore nel corso degli interrogatori di convalida dell’arresto per gli scontri avvenuti sabato a Roma durante i quali è stata devastata la sede della Cgil. (L'HuffPost)

Da parte sua, il leader di Forza Nuova, ha detto che risponderà all'interrogatorio della giudice Assalto alla Cgil: “Percorso delinquenziale di Castellino è iniziato nel ’96 e non si è mai fermato” Si terrà oggi l’interrogatorio di Giuliano Castellino, leader del movimento neofascista Forza Nuova arrestato lo scorso sabato dopo l’assalto alla Cgil. (Fanpage.it)

Castellino e Fiore restano in carcere per l’assalto Cgil

Assalto alla Cgil, Taormina: «Fiore estraneo ai fatti». «Roberto Fiore non ha preso parte alle violenze presso la sede della Cgil, che sono state realizzate da altri, che chiamerei simil black block». (leggo.it)

Nell’elenco anche l’ex Nar, Luigi Aronica; poi Pamela Tesa, Salvatore Lubrano e il leader del gruppo Io Apro Biagio Passaro. Si tratta dei due vertici di Forza Nuova Giuliano Castellino e Roberto Fiore. (Open)

Il primo come un regista occulto «non si espone nei comizi, non collabora alla devastazione, ma organizza la manifestazione, dirige i cortei e decide finanche quando l’azione criminosa deve cessare»; il secondo con «personalità aggressiva, incapace di controllare gli impulsi violenti», costituisce un «pericolo per l’ordine pubblico». (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr