AstraZeneca, è possibile anticipare la seconda dose. Prenotazioni sul portale regionale

AstraZeneca, è possibile anticipare la seconda dose. Prenotazioni sul portale regionale
Più informazioni:
Livorno Press ECONOMIA

L’anticipo delle seconde dosi di Astra interesserà circa 60mila over 60, pronti a ricevere la seconda dose in agosto

Prenotazioni sul portale regionale. Vaccini Covid, anticipo seconde dosi sul portale regionale dal 21 luglio. Gli over 60 potranno anticipare il richiamo del vaccino Astrazeneca, già programmato ad agosto.

Home. Cronaca. AstraZeneca, è possibile anticipare la seconda dose.

Al momento, vista l’attuale disponibilità di dosi, la funzione ‘modifica seconda dose’ sarà attiva solo ed esclusivamente per la linea vaccinale con Astra. (Livorno Press)

Su altri giornali

Nuove regole e nuove procedure per la vaccinazione di chi ha avuto il tampone positivo al covid-19. Sono state stabilite dall'Asl Toscana Sud Est per fare chiarezza su chi e come avrà diritto al green pass europeo. (ArezzoNotizie)

Potranno farlo, se vorranno, a partire dalle ore 12 di mercoledì 21 Luglio, quando il portale online regionale consentirà loro di anticipare in automatico la data della somministrazione della seconda dose, già programmata nel mese di Agosto negli hub indicati. (Toscana Media News)

Innanzitutto, com'era prevedibile, la seconda dose ha indotto una produzione di anticorpi molto maggiore rispetto alla prima, potenziando la cosiddetta immunità umorale o anticorpale. (Scienze Fanpage)

Vaccini: perché è fondamentale fare la seconda dose

Su queste tre misure punta la Regione Toscana per arrivare a vaccinare quel 10% della popolazione over 60 che ancora non è stato raggiunta dalla campagna e mettere così in sicurezza definitiva la fascia più a rischio di ospedalizzazione. (NoiTV - La vostra televisione)

L’accesso al modulo di richiesta è esteso anche alle persone non residenti o non assistite dal Servizio Sanitario Regionale (SSR) della Regione Lazio (ilmessaggero.it)

Chi sceglie di saltare la seconda iniezione e fermarsi a una dose soltanto rinuncia a quella che probabilmente è la parte più importante della vaccinazione, come spiega uno studio appena pubblicato su Nature. (Focus)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr