Green Pass, conto alla rovescia per il 15 ottobre: allo studio Dpcm su controlli

Sky Tg24 INTERNO

In vista dell'entrata in vigore dell'obbligo di certificazione verde nei luoghi di lavoro pubblici e privati, il presidente del Consiglio Mario Draghi dovrebbe firmare nei prossimi giorni un Dpcm con le indicazioni generali per le verifiche.

Potrebbe essere messa in campo un'app simile a quella già utilizzata in ambito scolastico, ma si pensa anche a controlli giornalieri a campione o a tappeto.

Nessuna retromarcia sulla durata della validità dei tamponi: 48 ore con test rapido e 72 ore con il molecolare

(Sky Tg24 )

Su altre testate

Ciascun giorno di mancato servizio, fino alla esibizione della certificazione verde, è considerato "assenza ingiustificata", includendo nel periodo di assenza anche le "eventuali giornate festive o non lavorative". (Today.it)

Le linee guida lasciano libero il datore di lavoro di stabilire le modalità attuative. Nella nota, la presidenza del Consiglio ricorda cosa cambia da venerdì, quando il green pass diventerà d’obbligo sul posto di lavoro. (Imola Oggi)

I CLIENTI NON SONO TENUTI A VERIFICARE GREEN PASS TAXI E NCC. (Radiogold)

Via libera di Draghi alle linee guida sul green pass. Ciascun giorno di mancato servizio, fino alla esibizione della certificazione verde, è considerato assenza ingiustificata, includendo nel periodo di assenza anche le eventuali giornate festive o non lavorative. (CorCom)

Lo spiegano fonti di governo, in relazione al dpcm sul Green pass nella Pa firmato oggi dal premier Mario Draghi Lo affermano fonti di governo, dopo la firma del dpcm sul Green pass nei luoghi di lavoro pubblico. (Nordest24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr