A Trieste il G20 sulla digitalizzazione

Avanti! INTERNO

Stefano Fantoni, presidente della Fondazione internazionale Trieste (FIT), che ha organizzato Esof 2020, Trieste capitale europea della scienza, avrebbe preferito che il mondo della scienza in città fosse stato più coinvolto nel G20 digitale

Sulla base dei risultati e degli impegni delle passate presidenze e riconoscendo l’impatto della pandemia sull’economia, l’occupazione e il benessere delle nostre società, la Presidenza italiana ha posto la digitalizzazione al centro delle discussioni del G20. (Avanti!)

Ne parlano anche altri media

Per questa ragione, integrando la Dichiarazione con un Allegato di buone pratiche, i ministri della Ricerca dei Paesi del G20 hanno evidenziato l'esigenza di 'incoraggiare il continuo scambio e il rafforzamento della collaborazione e della cooperazione in ricerca e istruzione superiore a livello internazionale'. (Borsa Italiana)

Oltre ai brevetti, i vaccini sono stati pagati cari ma tutto è finito nelle tasche delle multinazionali", spiega la rappresentante USB. Stesso discorso per la produzione di idrogeno green o delle estrazioni nelle miniere dell'America Latina - queste anche a danno di chi ci lavora e viene sfruttato, soprattutto bambini -" continua. (triestecafe.it)

“La trasformazione digitale deve, infatti, favorire l’innovazione dei processi produttivi e garantire allo stesso tempo la formazione dei lavoratori. “L’impegno del G20 sotto la presidenza italiana è cogliere le opportunità per favorire una economia resiliente, dinamica, sostenibile, inclusiva e che non lasci indietro nessuno – ha dichiarato il Ministro Giorgetti -. (Com.Unica)

Nella 'Dichiarazione congiunta sulla valorizzazione della ricerca, dell'istruzione superiore e della digitalizzazione per una ripresa forte, sostenibile, resiliente e inclusiva' i ministri si sono inoltre impegnati nel 'continuare il lavoro avviato per identificare i principi etici e i valori richiesti per plasmare societa' inclusive, resilienti e sostenibili attraverso iniziative di scienza aperta e di educazione', tenendo in considerazione, tra l'altro, la necessita' di 'proteggere i diritti umani, la dignita', la privacy e i dati personali in tutto il ciclo di vita della progettazione e dell'uso dell'intelligenza artificiale e di tutte le tecnologie digitali nella ricerca, nella gestione dell'educazione, nell'insegnamento e nell'apprendimento'. (Borsa Italiana)

I Ministri della Ricerca dei Paesi del G20 riuniti, per la prima volta, oggi a Trieste in un incontro presieduto dal Ministro dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, al quale hanno preso parte anche organizzazioni internazionali quali l’Ocse e l’Unesco, hanno concluso i lavori adottando una “Dichiarazione congiunta sulla valorizzazione della ricerca, dell’istruzione superiore e della digitalizzazione per una ripresa forte, sostenibile, resiliente e inclusiva”. (PUPIA)

Il commissario Ue per l’innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e la gioventù Mariya Gabriel, che ha partecipato on line all’incontro, ha dichiarato: “Questo processo sfrutterà meglio il pieno potenziale della digitalizzazione nell’istruzione superiore e nella ricerca. (Servizio Informazione Religiosa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr