Lazio, Inzaghi: "Vittoria di carattere. Mi dispiace per l'espulsione, avrebbe potuto ammonirmi"

Lazio, Inzaghi: Vittoria di carattere. Mi dispiace per l'espulsione, avrebbe potuto ammonirmi
Tutto Juve Tutto Juve (Sport)

"Avevamo lasciato che potevamo giocare una partita a settimana senza problemi, con possibilità di scegliere.

Simone Inzaghi commenta il successo della sua Lazio sulla Fiorentina ai microfoni di Dazn: "Penso che sia una vittoria di carattere e di voglia, obiettivamente abbiamo qualche problema a livello numerico.

Ne parlano anche altri media

Un mix perfetto per la Lazio che è riuscita a cancellare con questi due ingredienti la sconfitta di quattro giorni fa contro l'Atalanta. A differenza di qualche mese fa, inoltre, la Lazio si ritrova a giocare non solo una partita a settimana: "A marzo giocavamo un match alla settimana, senza problemi e con grande scelta - prosegue Inzaghi - Adesso tutte le partite sono ravvicinate, tra l'altro senza Leiva, Ramos e Lulic. (GianlucaDiMarzio.com)

Dobbiamo andare avanti senza guardare la classifica e continuare a fare quello che come stavamo facendo sin dall'inizio di questa stagione fantastica". Simone Inzaghi si gode la vittoria in rimonta sulla Fiorentina , la numero 20 in campionato, che consente alla Lazio di restare in scia della Juve: "Noi ci siamo: una squadra senza carattere non avrebbe mai vinto una partita del genere. (La Repubblica)

Il primo tempo senza Luiz Felipe e Vavro e non potendo utilizzare Radu riuscivamo a sviluppare a sinistra non come a destra. I ragazzi hanno tanta volontà negli allenamenti, la Fiorentina è organizzata ed un'ottima squadra: non era semplice". (Firenze Viola)

A sinistra, per via delle assenze, inizialmente non siamo riusciti a sviluppare gioco come a destra. La rosa incompleta ha creato disagi soprattutto nel primo tempo: «Tornando a questa partita, abbiamo dovuto spendere tanto dopo aver provato a gestire la prima mezz'ora. (Il Messaggero)

Con la Fiorentina, infilzata da Luis Alberto al 37' della ripresa, è stato riproposto il finale visto e rivisto più volte dallo scorso ottobre. Nessuno ha segnato, raccattato punti e ribaltato partite nei quindici minuti finali come la comitiva di Simone Inzaghi (La Stampa)

Il giocatore biancoceleste si allunga troppo il pallone, e per recuperarlo interviene pericolosamente ai danni di Badelj. Il tecnico biancoceleste si è soffermato sulla rimonta della squadra, sulla rosa, ma soprattutto sulla gestione arbitrale e sull’espulsione rimediata per proteste. (RomaNews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr