Da oggi coprifuoco alle 24

BitontoLive INTERNO

A queste tre regioni se ne aggiungono altre quattro proprio oggi, dopo aver raggiunto l'ambita meta dei tre monitoraggi settimanali consecutivi con un'incidenza sotto la soglia di rischio di 50 casi per 100mila abitanti.

Ma tutto questo riguarda solo le regioni gialle: in zona bianca il coprifuoco già è stato rimosso.

Ma a quel punto le differenze con la zona gialla saranno minime: come detto, il coprifuoco sarà rimosso per tutti il 21 giugno

Da oggi il limite per il rientro a casa slitta a mezzanotte, ultima tappa prima del superamento completo della misura, fissato dall'ultimo decreto riaperture al 21 giugno. (BitontoLive)

Ne parlano anche altri giornali

Un'ora in più di "libertà" utile soprattutto per bar e ristoranti, che potranno prolungare ulteriormente l'orario di apertura. Si allenta il coprifuoco. (24ovest.it)

Chi vive in zona bianca si puo' spostare senza limiti di orario verso altre localita' della zona bianca Dopo Sardegna, Friuli Venezia Giulia e Molise, da lunedi' 7 giugno anche Liguria, Veneto, Umbria e Abruzzo diventano bianche. (Tiscali.it)

Tornando alla zona bianca, la cancellazione del coprifuoco implica anche gli esercizi e i locali notturni non chiuderanno più alle 23. Piscine e altre attività. Quanto alle altre strutture, in zona bianca riaprono le piscine al chiuso, i parchi tematici, le sale giochi e le sale scommesse, mentre in zona gialla dovranno attendere. (The Italian Times)

È quanto chiedono i dipendenti del CORAP che questa mattina a Crotone, in segno di protesta sono saliti sul tetto dell'unità (wesud)

Grazie alla fine dei divieti a Venezia riaprirà. il Casinò. – VENEZIA, 07 GIU – Il Veneto entra da oggi in zona. bianca, quella di rischio più basso per il contagio Covid, e. riassapora ill ritorno alla quasi normalità, con tutte le. (euronews Italiano)

I dipendenti della sede di Crotone, spiegano, hanno “inscenato la protesta dopo l’ennesima promessa non mantenuta sul pagamento degli stipendi”. Una situazione di difficoltà, quella del Corap, a livello regionale che va avanti da anni e che non ha trovato soluzioni. (Corriere di Lamezia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr