De Domenico: “Ancora lontana la continuità territoriale dello Stretto”

Tempo Stretto INTERNO

Ecco un elemento critico: “L’investimento ‘del ferro’, circa 9,3 miliardi per il nuovo collegamento veloce PalermoCataniaMessina, omette il completamento del doppio binario nella tratta Messina – Palermo.

A fronte di servizi insufficienti e carenti – precisa De Domenico – i prezzi dell’attraversamento dello Stretto sono ancora alti”

Il candidato del centrosinistra: "Bene il piano di Fs ma non possiamo più attendere il doppio binario Messina-Palermo e investimenti nello Stretto". (Tempo Stretto)

Su altre testate

Nel 2031, infatti, si prevede un aumento del 55% di fatturato sia per i servizi intermodali che per i convenzionali L’obiettivo, entro il 2031, è realizzare l’ampliamento di Alessandria smistamento e il potenziamento dei terminal di Novara Boschetto, Novi San Bovo, Torino Orbassano e Moncalieri. (OssolaNews.it)

Previste in Toscana anche iniziative per il riuso temporaneo degli spazi e progetti a servizio della mobilità dolce In Toscana, il piano si articola in quattro capitoli: infrastruttura, passeggeri, logistica e urbano. (LA NAZIONE)

Infine saranno valorizzati 2,6 milioni di metri quadri di patrimonio urbano nelle aree di Torino, Acqui Terme, Collegno e Limone Piemonte Gli interventi dureranno 10 anni e saranno realizzati dal Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, che ieri ha annunciato oltre 12 miliardi di investimenti per la regione (all’interno del Piano Industriale 2022-2031 da oltre 190 miliardi e 40 mila assunzioni). (Corriere della Sera)

Da anni i sindacati paventano il rischio di una sua chiusura perché le intenzioni di adeguarne l’attività ai moderni mezzi che solcano la rete ferrata sono stati più volte disattesi. La trasformazione delle OGR in un moderno hub tecnologico pone "vantaggi in termini di prestigio e soprattutto occupazione. (il Resto del Carlino)

Focalizzati invece sui servizi ai passeggeri sono gli altri investimenti, per 1,3 miliardi di euro, che comprendono l’arrivo di 85 nuovi treni Regionali per la Toscana, il potenziamento dell’offerta ferroviaria con nuove fermate per Firenze ed un nuovo collegamento Intercity Roma-Siena con materiale ibrido. (Valdarnopost)

aranno 7.7 miliardi gli euro- sugli oltre 190 a livello nazionale- che il Gruppo Ferrovie dello Stato ha deciso di investire in Emilia-Romagna: per il potenziamento del trasporto dei passeggeri, ma anche del traffico delle merci. (SulPanaro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr