Astrazeneca, seconda dose in Italia: le news

Astrazeneca, seconda dose in Italia: le news
Reportage online ECONOMIA

Rezza ha ricordato che l’Agenzia europea del farmaco “Ema non ha indicato limiti di età che”, nell’indicazione data in Italia, “riguardavano del resto la prima dose, perché quei rari eventi avversi si erano manifestati in persone al di sotto dei 60 anni che avevano ricevuto la prima dose.

Si è messa una piccola dose di cautela in più nel mettere il limite d’età sulla prima dose”

Per ora, fortunatamente, non c’è evidenza di effetti avversi con la seconda dose – ha precisato – Credo che ci siano tutti gli elementi per dire che viene confermata l’aderenza alle posizioni dell’Ema”. (Reportage online)

Su altri giornali

Sono stati i familiari a presentare un esposto in procura dopo avere trovato il parente senza vita a casa. Il secondo riguarda la morte di Francesca Tuscano, l'insegnante di 32 anni, a cui era stata somministrata la prima dose di Astrazeneca (Telenord)

A partire dalle ore 18 di questo pomeriggio, venerdì 30 aprile, il portale regionale aprirà, infatti, le agende per prenotare le vaccinazioni nell’arco di tutto il mese di maggio e fino al 7 giugno. (Fonte Toscana Notizie) – Al via da oggi la nuova modalità di prenotazione sul portale, messa in pista dalla Regione Toscana per gli over 70, che non si sono ancora vaccinati. (Il Giornale di Barga online)

Molto dipenderà dalla spinta emotiva: sarà più forte quella diffidenza o la voglia di proteggersi? E i rinforzi che arriveranno saranno soprattutto AZ, dai primi di maggio, come abbiamo raccontato qui. (Livesicilia.it)

AstraZeneca raddoppia l'utile netto nel primo trimestre

Astrazeneca ha inoltre beneficiato di un aumento delle vendite dei nuovi trattamenti, in particolare in oncologia, una delle sue specialità Il laboratorio, che rivela per la prima volta il giro d’affari del vaccino, ha registrato un utile netto di 1,56 miliardi di dollari nei primi tre mesi dell’anno. (L'HuffPost)

«L'esposizione e il tempo di follow-up non sono stati sufficienti per determinare se il rischio di coaguli di sangue con basse piastrine dopo una seconda dose differirà dal rischio dopo la prima dose. Tuttavia, fino a 15 giorni dopo la somministrazione della seconda dose la protezione potrebbe essere incompleta (Gazzetta del Sud)

Il risultato batte le attese degli analisti e la società ha confermato la sua previsione di chiudere l'anno con un aumento dei ricavi a due cifre.Il gruppo ha riferito un aumento dei ricavi, escluso il vaccino sviluppato con l'università di Oxford, pari a 7,3 miliardi di dollari, in crescita del 15% su base annua e oltre le stime degli analisti che puntavano su sette miliardi. (Tiscali.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr