“Sono un campione, non mi fanno giocare”: Inter, che attacco a Inzaghi

“Sono un campione, non mi fanno giocare”: Inter, che attacco a Inzaghi
SerieANews SPORT

Un gol pesante per l’ex Manchester United, Arsenal e Barcellona, che nell’ultimo periodo stava accusando la sofferenza di essere scivolato in basso nelle gerarchie di Simone Inzaghi.

Sono un campione, mi sento così, ma non mi fanno giocare”

Dopo una gara dominata per numeri e occasioni create, la formazione di Simone Inzaghi riesce a portare a casa il primo trofeo della stagione, superando al 120′ quella di Massimiliano Allegri (SerieANews)

La notizia riportata su altri media

L’Inter ha sconfitto la Juventus grazie al gol del cileno allo scadere dei supplementari. Sanchez polemico dopo la vittoria della Supercoppa italiana arrivata grazie a un suo gol allo scadere dei tempi supplementari. (InterLive.it)

"Non mi hanno lasciato giocare, ma non sono stato male". "Io non sono mai stato male, ma non mi lasciano giocare", ha ripreso Sanchez. Tra un misto di gioia e liberazione, l'attaccante si è tolto qualche sassolino nelle scarpe: "Il campione fa cose che nessun altro fa. (GianlucaDiMarzio.com)

Io non sono mai stato male, ho sempre detto di essere un leone in gabbia. Conte mi diceva nessuno come te è qua, ti metti agli ultimi 15-20 minuti perché spacchi la partita ma io dicevo mettimi prima» (Inter-News)

Supercoppa, le pagelle di Inter-Juventus 2-1 d.t.s: follia Alex Sandro, goduria Sanchez

LEONE IN GABBIA — Si definisce un leone in gabbia, Alexis Sanchez: "Per me le cose non sono mai andate male, semplicemente non mi facevano giocare. E della rete più tardiva nella storia della Supercoppa italiana: superata quella di Higuaín sempre contro la Juventus nel 2014, al 118’. (La Gazzetta dello Sport)

l cileno è raggiante ai microfoni di Mediaset dopo il gol decisivo alla Juve: "Ho solo bisogno di spazio". “Ehi amico, i campioni sono così. Alexis Sanchez è un fiume in piena ai microfoni di Mediaset dopo il gol decisivo al 121' che ha steso la Juve e ha regalato la Supercoppa alla sua Inter: "Le partite sono così, più si gioca e meglio si sta. (Sport Mediaset)

Senza spunti, senza giocate, senza grinta. Questa sera, sull’ultimo cross, prova un appoggio di petto completamente senza senso, senza percezione del luogo, del momento, del pericolo. (Eurosport IT)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr