Chiudere le scuole non è servito a contenere i contagi. Chi ha sbagliato ammetterà l’errore?

Chiudere le scuole non è servito a contenere i contagi. Chi ha sbagliato ammetterà l’errore?
Il Fatto Quotidiano INTERNO

E che la scuola doveva essere l’ultima eventualmente a chiudere e la prima a riaprire perché chiudere gli istituti scolastici serviva a poco o nulla lo avevo spiegato in circa dieci contributi qui, qui, qui, qui, qui e qui.

19 Aprile “Come per ottobre e per febbraio, la scuola è la prima responsabile dell’aumento dei contagi, che torneranno a salire”

Molti paesi europei le scuole la hanno aperte a maggio 2020, eppure non c’è stata alcuna ripresa della pandemia allora. (Il Fatto Quotidiano)

Su altre testate

I tamponi sono stati 12.697 contro i 27.660 di ieri. La percentuale dei positivi in rapporto ai tamponi effettuati è dell’1,1% (ieri era 1,3%, l’altroieri 1,1%) (Corriere Milano)

I dati del 7 luglio 2021. - i tamponi effettuati: 12.697 (di cui 9.580 molecolari e 3.117 antigenici) totale complessivo: 10.881.430. - i nuovi casi positivi: 142 (di cui 11 'debolmente positivi'). - i guariti/dimessi totale complessivo: 783.492 (+216), di cui 2.103 dimessi e 781.389 guariti. (QuiComo)

Sono in calo i posti letto occupati sia in terapia intensiva (-3, 167) che negli altri reparti 833 (-24), per un totale di mille ricoverati. I decessi sono 16 per un totale complessivo di 33.669 morti in regione dall'inizio della pandemia. (Sky Tg24)

Covid a Como, i dati del 7 giugno: solo 9 nuovi contagi

E sono appena 7 in tutta la Liguria, di cui 4 a Genova e 3 a Savona. Numeri molto bassi rispetto a solo un mese fa, tenendo conto che i casi totali di positivi che ha. (LA NAZIONE)

Stando ai dati diffusi da Regione Lombardia nella giornata del 7 giugno 2021, restano stabili i ricoverati nelle terapie intensive mentre continuano a diminuire quelli nei reparti (-34). L'incidenza per 100mila abitanti negli ultimi 7 giorni è pari a 26. (QuiComo)

"La commissione è nata con l'intento di porre rimedio agli errori e ai limiti di un sistema sanitario regionale che non ha retto all'urto del virus ma, pur non volendo violare la segretezza delle sedute, non si può non rilevare che l'atteggiamento della Giunta e delle forze di maggioranza è stato poco incline a favorire questo intento originale" proseguono i capogruppo, sottolineando che "la bocciatura della nostra proposta, proprio mentre prende il via la discussione della riforma della sanità lombarda, è anche un segnale della scarsa volontà di trovare un piano comune su cui costruire la sanità dei prossimi anni". (Yahoo Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr