Miccoli, i legami col figlio del boss e l'insulto a Falcone: la caduta dell'ex calciatore salentino. Ecco perché è stato condannato

Miccoli, i legami col figlio del boss e l'insulto a Falcone: la caduta dell'ex calciatore salentino. Ecco perché è stato condannato
Altri dettagli:
Il Messaggero SPORT

APPROFONDIMENTI PERSONE Miccoli va in carcere: 3 anni e 6 mesi per estorsione aggravata. PALERMO Miccoli condannato, si costituisce in carcere a Rovigo.

A nulla sono servite le scuse e le lacrime dell'ex calciatore che ha anche più volte chiesto di incontrare la sorella del giudice Falcone.

Il recupero crediti grazie al figlio del boss. Perché Miccoli è stato condannato?

Davanti al gup del Tribunale di Palermo, competente per territorio, il rappresentante dell'accusa aveva chiesto quattro anni di reclusione. (Il Messaggero)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Lauricella junior era già stato condannato definitivamente il mese scorso e sta scontando 7 anni. Interessato a ottenere quella che riteneva una quota a sé spettante, l’ex fisioterapista del Palermo Giorgio Gasparini, mai indagato. (100x100 Napoli)

L'ex bomber , oggi, si è presentato spontaneamente nel carcere di Rovigo. (CalcioNapoli1926.it)

Nella giornata di oggi, come riferisce Gazzetta. Miccoli era stato condannato fin dal primo grado con la sentenza che ha retto a tutti i gradi di giudizio fino al verdetto definitivo arrivato oggi (Tutto Juve)

Miccoli inizia già a scontare la pena: si è presentato al carcere di Rovigo

Rovigo, 24 novembre 2021 - Si è costituito nel carcere di Rovigo Fabrizio Miccoli, l’ex capitano del Palermo condannato in via definitiva a tre anni e sei mesi di reclusione con l’accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso. (Quotidiano.net)

L'ex calciatore di Casarano, Ternana, Perugia, Juventus, Fiorentina, Benfica, Palermo, Lecce e Birkirkara, condannato in via definitiva per estorsione aggravata dal metodo mafioso di martedì sera , si è presentato spontaneamente oggi al carcere di Rovigo (Eurosport.it)

L’ex calciatore del Lecce, dopo aver subito la condanna definitiva a tre anni e mezzo per estorsione aggravata dal metodo mafioso, si è presentato spontaneamente, accompagnato dal proprio legale, presso il carcere di Rovigo (Calcio Lecce)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr