Mps, reintegro «in distacco» per i 450 dipendenti del back office

Il Sole 24 ORE Il Sole 24 ORE (Economia)

Mps, reintegro «in distacco» per i 450 dipendenti del back office I 450 lavoratori di Mps che, nel 2014, si opposero all’esternalizzazione in Fruendo, verranno reintegrati.

In altre parole i 450 lavoratori saranno nel perimetro di Mps ma, in distacco, e quindi, alle dipendenze e a carico, di Fruendo.

Se ne è parlato anche su altri giornali

Quando si realizzò la cessione erano, infatti, 180 i dipendenti del polo di Lecce coinvolti. – Entro marzo rientreranno in Monte dei Paschi di Siena 109 dipendenti salentini che avevano presentato ricorso dopo essere stati coinvolti nel processo di esternalizzazione dei servizi di back-office, transitando nella società Fruendo,. (Lecceprima.it)

A poco più di sei anni dall’imponente operazione di esternalizzazione dei servizi di back office e dopo una lunga serie di verdetti favorevoli ai dipendenti, giunge l’agognato reintegro. L’informativa giunge in esecuzione delle sentenze di primo e secondo grado con le quali si è sancita l’illegittimità dell’operazione di cessione di ramo d’azienda del . (Corriere Salentino)

Il sindacato ha spiegato che “il provvedimento aziendale riconosce in maniera chiara e definitiva le ragioni che portarono il coordinamento MPS della Fisac CGIL a non firmare gli accordi aventi per oggetto la suddetta esternalizzazione e pone tardivo rimedio agli errori aziendali nella costruzione dell’operazione Fruendo e nella gestione di tutta la vicenda- continua la nota-. (Siena News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.