Azioni Tesla in caduta libera, crollano del 26% dai massimi: ecco cosa succede al colosso di Elon Musk

InvestireOggi.it ECONOMIA

Il boom di Bitcoin sull’annuncio di Musk può essere un’arma a doppio taglio per Tesla. Auto elettriche senza profitti. Altra possibile motivazione riguarderebbe la presa d’atto da parte del mercato che Tesla continuerebbe a non fare soldi vendendo auto elettriche.

Ma se l’offerta di auto elettriche tende a crescere, la domanda sta tenendo realmente il passo?

E ancora: le azioni Tesla perdono oltre il 26% rispetto ai massimi toccati il 26 gennaio scorso a più di 883 dollari. (InvestireOggi.it)

Ne parlano anche altri giornali

Poi, alla fine, una delle classiche chiusure alla Musk: “detto questo, BTC & ETH sembrano effettivamente altini lol”. Sabato era iniziato bene per i sostenitori del Bitcoin, Musk aveva deciso di suggerire di comprare criptovalute, piuttosto che investire in licenze bancarie che attestano il possesso di quote in oro, bene di rifugio per eccellenza. (Lega Nerd)

Le attività di Cpm nel final assembly. Prodotti. Nel portafoglio di Cpm, una grande varietà di trasportatori aerei e a pavimento. «Godiamo però di un grande autonomia – ha affermato Bellezza -: infatti lavoriamo con i nostri mezzi in diverse aree geografiche (Industria Italiana)

Diavolo di un Musk, ora sconsigliata Tesla, per la precisione la versione Standard Range del Model Y. Diavolo di un Musk: critica anche le sue auto. (Vaielettrico.it)

In un’ intervista rilasciata a Bloomberg Gates ha messo in guardia i piccoli investitori dal seguire le orme di Elon Musk, che recentemente ha investito 1,5 miliardi di dollari nella criptovaluta. Dice Gates: «Musk ha un sacco di soldi ed è un investitore molto sofisticato, quindi non si preoccupa se il Bitcoin salirà o scenderà in modo inatteso. (Corriere della Sera)

Elon Musk, CEO di Tesla, non è più l’uomo più ricco del mondo, a seguito della correzione di Bitcoin e del crollo delle azioni della sua azienda: secondo alcuni analisti, i due fenomeni sarebbero correlati. (Cointelegraph Italia)

L’anno scorso, la Chiesa Ortodossa Russa si è trovata in una situazione finanziaria “estremamente difficile”, dopo che le sue chiese in Russia sono state chiuse per due mesi a causa della pandemia. Con circa 100 milioni di membri, la Chiesa che rappresenta la religione dominante in Russia non ha alcuna intenzione di accettare donazioni o offerte in criptovaluta. (Cointelegraph Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr