Caso Grillo, uno dei legali rimette il mandato

Caso Grillo, uno dei legali rimette il mandato
il Giornale INTERNO

Per sfida lei l’ha bevuta tutta, 'gocciandola', ma non era tanta, era un quarto di vodka, non lo so adesso.

Però comunque proprio lei da sola perché noi non riuscivamo a berla e lei per sfida ha detto 'dai che ce la faccio' e se l’è bevuta

“Vi sono alcune divergenze con il mio assistito – ha detto all'Agi l'avvocato Costa – sulla condotta extra-processuale da tenere sempre, specie in processi come questi” . (il Giornale)

Su altri media

Confidiamo nel fatto che tutto questo fango sarà spazzato via, facendo emergere la verità. «Abbiamo appreso che frammenti di video intimi vengono condivisi tra amici, come se il corpo di nostra figlia fosse un trofeo: qualcosa che ci riporta a un passato barbaro che speravamo sepolto insieme alle clave. (IlNapolista)

Quest’ultima, quindi, è stata convocata nell’autunno del 2019 a testimoniare, per verificare e accertare quanto denunciato dalla presunta vittima di Grillo. La presunta vittima avrebbe riferito solo questo episodio, senza menzionare la precedente violenza subita. (Liberoquotidiano.it)

Nonostante l'indagine sia stata chiusa più di cinque mesi fa, gli ultimi interrogatori hanno fatto riaprire il fascicolo. Lo ha appreso l'Adnkronos, secondo cui si aggrava dunque la posizione di alcuni dei quattro giovani indagati per la violenza sessuale ai danni della giovane nella villa di Grillo in Costa Smeralda. (leggo.it)

Il video di Ciro Grillo e l'accusa di Revenge Porn: il filmato ha girato tra molti cellulari. I genitori

Ieri la famiglia della studentessa di Milano, presunta vittima di stupro da parte di Ciro Grillo e di tre suoi amici, aveva rotto il silenzio attraverso il suo legale, la senatrice Giulia Bongiorno. (IL GIORNO)

Intanto si aspetta che la procura chieda il rinvio a giudizio, dopo avere chiuso le indagini e dopo avere interrogato i quattro giovani tre settimane fa Gli altri ragazzi indagati sono Francesco Corsiglia ed Edoardo Capitta, oltre a Ciro Grillo. (La Stampa)

Questo significa, si badi bene, non che si sia assolutamente certi che non ci sia stato stupro, ma che, parimenti, non si sia neanche certi del contrario. Dunque finché non viene fuori il video ci si deve accontentare necessariamente delle ricostruzioni di chi l’ha visto. (LA NOTIZIA)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr