ISA per il periodo d’imposta 2020: chi sono i contribuenti esclusi

ISA per il periodo d’imposta 2020: chi sono i contribuenti esclusi
LeggiOggi.it - Tutto su fisco, welfare, pensioni, lavoro e concorsi ECONOMIA

Con riferimento agli Isa, è stato emanato il nuovo decreto nel quale sono previste tre nuove cause di esclusione dall’applicazione degli indici.

Nell’elenco dei codici esclusi dall’applicazione degli Isa, vi sono 85 attività che riguardano in particolare i settori del commercio e dei servizi.

Con decreto del ministero dell’Economia e delle Finanze del 2 febbraio scorso, in anticipo con i tempi previsti, sono stati approvati nuove cause di esclusione dall’applicazione degli Indici Sintetici di Affidabilità fiscale (ISA) relativi al periodo d’imposta 2020. (LeggiOggi.it - Tutto su fisco, welfare, pensioni, lavoro e concorsi)

Se ne è parlato anche su altri giornali

In Gazzetta Ufficiale (la n. 42 del 19 febbraio 2021, supplemento ordinario n. 12)il decreto MEF con 87 nuovi indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA) applicabili dal periodo d’imposta 2020, che rappresentano evoluzioni di precedenti indici che riguardano (agricoltura, commercio, attività professionali, servizi e manifatture) per il quale l’aggiornamento è stato anticipato in considerazione della crisi Covid. (PMI.it)

2/E del 2021 ha confermato quanto anticipato con comunicato stampa del 29 gennaio: non soggiace al regime sanzionatorio previsto dall’art. Si tratta di una delle indicazioni di rilevante importanza rese dall’Agenzia delle Entrate in vista delle scadenze in tema DAC6, vale a dire degli obblighi di comunicazione riguardanti lo scambio delle informazioni dei meccanismi transfrontalieri, per intermediari e contribuenti (Ipsoa)

Se l’imposta non è dovuta le sanzioni vanno rimborsate

Tra queste, l’art. 178/2020 che abroga le disposizioni che istituivano e disciplinavano l’imposta regionale sulla benzina per autotrazione - IRBA. (Ipsoa)

Le norme citate in rubrica che escludono la ripetibilità delle sanzioni versate, concernono l’ipotesi in cui il contribuente abbia aderito alla definizione agevolata Nel caso in cui l’Amministrazione finanziaria disponga uno sgravio, perché l’imposta non era dovuta, è tenuta a rimborsare anche le sanzioni versate in via agevolata dal contribuente. (Informazione Fiscale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr