Milano, allerta aggressioni al parco Ravizza, la Bocconi “scorta” gli studenti a casa

Milano, allerta aggressioni al parco Ravizza, la Bocconi “scorta” gli studenti a casa
Approfondimenti:
leggo.it INTERNO

con una sorta di appuntamento a determinate ore presso le panchine lungo il percorso.

«Grazie al lavoro dei nostri rappresentanti, è stato attivato un servizio di accompagnamento dall’Università alle Residenze Spadolini, Dubini e Isonzo e viceversa», si legge su facebook.

L'ateneo milanese ha attivato il servizio "sicurezza" su richiesta del gruppo studentesco B.Lab-Unilab che ha dato l’annuncio oggi, 13 gennaio 2022, tramite i social. (leggo.it)

La notizia riportata su altre testate

L’università Bocconi di Milano ha avviato un servizio di accompagnamento a piedi per i suoi studenti dalla sede dell’ateneo ai dormitori universitari e viceversa. (Il Fatto Quotidiano)

E ora è proprio il mondo universitario ad alzare la voce contro l'amministrazione comunale di Milano per questioni legate alla sicurezza degli studenti. A lanciare l'allarme è uno degli atenei più noti di Milano, la Bocconi. (ilGiornale.it)

La questione va avanti da tempo, ma in questo periodo si è fatta particolarmente sentita per molti studenti". E gli studenti della Bocconi hanno deciso di farlo tutti insieme (IL GIORNO)

Milano, Bocconi: troppe aggressioni (di sera) al parco Ravizza, studenti accompagnati a casa

Ma l'università smentisce: "Lo facciamo per la socializzazione" Servizio di accompagnamento per gli studenti Bocconi di Tiziana De Giorgio. Una sorta di pedibus dall'ateneo alle residenze per attraversare il parco dalle 18 fino a mezzanotte e mezza. (La Repubblica)

Il motivo, come spiega a MilanoToday il capogruppo di B.Lab-Unilab Network Aldo Marcello Corigliano, è il crescente numero di aggressioni che si sono verificate al parco Ravizza e la conseguente preoccupazione di studentesse e studenti nell'attraversarlo per tornare nelle residenze universitarie, soprattutto nelle ore serali. (MilanoToday.it)

Una sorta di «pedibus», attivo dalle 18 e fino a mezzanotte e mezza, dal lunedì a venerdì. Fra via Gobbi e viale Toscana ci sono circa 900 metri di distanza, che diventano 750 «tagliando» per il parco dove, tuttavia, molti studenti sono restii a passare, soprattutto di sera. (Corriere Milano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr