Carrara, 4 dosi di vaccino somministrate alla 23enne. La direttrice Pfizer Italia: "Non sappiamo cosa accadr…

La Repubblica Firenze.it ECONOMIA

Si conosce solo un altro caso per ora nel mondo, quello di un infermiere in Israele che ha ricevuto cinque dosi di Pfizer.

Per ora la ragazza accusa solo i tipici sintomi post vaccinazione: "Febbre, dolori alle ossa e difficoltà a muovere il braccio" ma "sta bene" afferma l'Azienda sanitaria

Intanto si apprende che sono 4 e non 6 le dosi di vaccino Pfizer-Biontech somministrate alla 23enne.

Nè la giovane né la famiglia hanno per ora manifestato intenzione di denunciare o rivalersi sull'infermiera o sulla struttura sanitaria. (La Repubblica Firenze.it)

La notizia riportata su altre testate

"Il nostro obiettivo primario - dice - è completare l'immunizzazione dei cittadini più fragili e di quelli più grandi di età. Siamo sopra la media italiana per quanto riguarda tutte le fasce individuate come prioritarie. (BariToday)

Dall'audit interno all'ospedale fanno sapere che il dosaggio iniettato per errore è di circa 0,30 ml corrispondente al quantitativo impiegato per 4 dosi di vaccino Pfizer-Biontech. Questo non tranquillizza Valeria, che per ora non ha intenzione di denunciare l'ospedale, mostrando davvero tanta generosità e comprensione per l'errore umano (iLMeteo.it)

Nulla cambierà, invece, per chi ha già fatto la prima dose di vaccino Pfizer o Moderna nei giorni antecedenti a lunedì 10 maggio: la seconda somministrazione sarà dopo 21 giorni (seconda dose Pfizer) e dopo 28 giorni (seconda dose Moderna), come riportato nel promemoria personale di prenotazione del vaccino (IlGiunco.net)

In relazione all’intervallo di tempo tra la prima e la seconda dose di vaccino Pfizer e Moderna che da nuove indicazioni del Ministero della Salute va somministrata “entro i 42 giorni”, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha dato mandato alle Aziende Sanitarie di prevedere l’intervallo di tempo tra la prima e la seconda dose a 30 giorni, in ragione del nuovo programma di consegne comunicato dalla Struttura Commissariale. (Info Cilento)

Nulla cambierà, invece, per chi ha già fatto la prima dose di vaccino Pfizer o Moderna nei giorni antecedenti a lunedì 10 maggio: la seconda somministrazione sarà dopo 21 giorni (seconda dose Pfizer) e dopo 28 giorni (seconda dose Moderna), come riportato nel promemoria personale di prenotazione del vaccino (La Voce Apuana)

Allo stato attuale, quindi, negli hub pugliesi sono a disposizione circa 200mila dosi di vaccini anti Covid, di cui 30mila Moderna, 28mila Astrazeneca, e poco più di mille di J&J ono state consegnate alla Puglia 141.570 dosi di vaccino Pfizer, così come previsto nel Piano trasmesso dalla Protezione civile alle Asl. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr