Giuseppe Calvaruso: il boss mafioso tradito dal pranzo di Pasqua

Giuseppe Calvaruso: il boss mafioso tradito dal pranzo di Pasqua
LA NOTIZIA INTERNO

I militari parlano di “notevole abitudine imprenditoriale del capo mandamento” che andava a caccia di flussi di capitali provenienti da investitori esteri

Per i carabinieri, Calvaruso sarebbe diventato il reggente del “mandamento” mafioso di Pagliarelli dopo l’arresto del boss Settimo Mineo, finito in cella due anni fa.

Il suo diretto referente, durante la permanenza in Brasile, sarebbe stato Giovanni Caruso. (LA NOTIZIA)

Su altri giornali

In carcere, oltre a Calvaruso, altri 4 uomini: Giovanni Caruso, 50; Silvestre Maniscalco, 41 anni; Francesco Paolo Bagnasco, 44 anni; Giovanni Spanò, 59 anni. Torna a Palermo dal Brasile per trascorrere la Pasqua con la famiglia, ma ad attenderlo in aeroporto trova i carabinieri e le manette. (PalermoToday)

E due giorni che non li trovo”. Qualche ora dopo, Caruso diceva alla moglie: “Minchia mi sono rilassato questa giornata (La Repubblica)

I carabinieri hanno fatto luce sulla nuova organizzazione del mandamento e cinque uomini sono finiti in carcere. E' stato bloccato poco dopo il suo arrivo in città dal Brasile, dove vive. (PalermoToday)

Mafia, Pasqua fatale per Giuseppe Calvaruso: arrestato il boss della Cupola 2.0

Giuseppe Calvaruso è una vecchia conoscenza dei carabinieri di Palermo che ieri lo hanno fermato in aeroporto. Saltarono fuori i contatti fra il fioraio e pezzi da novanta di Cosa nostra che gli costarono l’arresto, nel maggio del 2002, assieme a Giuseppe Calvaruso. (Live Sicilia)

Palermo, 5 aprile 2021 - Il pranzo di Pasqua con la famiglia è stato fatale a Giuseppe Calvaruso, ritenuto capo del mandamento mafioso palermitano di Pagliarelli che da tempo si era trasferito in Brasile e che era tornato in città per i giorni di festa per poi partire per l'America. (LA NAZIONE)

Il boss. Per i carabinieri, Calvaruso sarebbe diventato il reggente del mandamento mafioso di Pagliarelli dopo l'arresto del boss Settimo Mineo, finito in cella due anni fa. I militari parlano di "notevole abitudine imprenditoriale del capo mandamento" che andava a caccia di flussi di capitali provenienti da investitori esteri. (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr