Quirinale, Toti: “Non c’è bisogno di convincermi a votare Berlusconi”

Quirinale, Toti: “Non c’è bisogno di convincermi a votare Berlusconi”
LaPresse INTERNO

Il leader di Coraggio Italia: "Nessuno vuole schiantarsi contro un muro". (LaPresse) “Non c’è bisogno di convincermi a votare Berlusconi, se ci saranno le condizioni noi ci saremo”.

Così il governatore ligure Giovanni Toti parlando della corsa al Quirinale dopo aver incontrato a pranzo il leader della Lega, Matteo Salvini

(LaPresse)

Ne parlano anche altre testate

Roma, 12 gen. (LaPresse) – Matteo Salvini ha incontrato prima di pranzo Giovanni Toti e Luigi Brugnaro nella sede della regione Liguria, poco distante dal Senato. Erano presenti anche Gaetano Quagliariello e Marco Marin. (LaPresse)

Così, dunque, la scelta del nuovo Capo dello Stato potrebbe uscire dal «sancta santorum» del Parlamento e invadere le piazze, contrapposte Contro il nome di Silvio Berlusconi, che la prossima settimana potrebbe diventare il candidato ufficiale del centrodestra, si sta invece sviluppando un movimento popolare. (DiariodelWeb.it)

“Forza Italia non si sente vincolata a sostenere alcun governo senza Draghi a Palazzo Chigi, e, nel caso, uscirebbe dalla maggioranza”, ha detto. Nell’ex presidente del Consiglio, c’è pure la consapevolezza che un’eventuale sconfitta provocherebbe una reazione inattesa da parte di Berlusconi (LA NOTIZIA)

Quirinale, Berlusconi: “Con Draghi al Colle inevitabili elezioni anticipate”. Letta: “Parole gravi”

Così il governatore ligure dopo aver incontrato il leader della Lega Matteo Salvini. “Non c’è bisogno di convincermi a votare Berlusconi, se ci saranno le condizioni noi ci saremo”. (LaPresse)

Stiamo vivendo una fase delicata e importante, in un momento di profonda crisi sociale, economica e ambientale del Paese” e quindi “chiediamo che il futuro Capo dello Stato sia una figura che abbia capacità di sintetizzare il sentiment del Paese, che riesca a riportare la protesta dei giovani che chiedono un impegno forte nella lotta al cambiamento climatico e che sia una figura con una comprovata garanzia di etica pubblica, ecco perché la figura di Berlusconi non può essere portata avanti”, aggiunge. (LaPresse)

Per Letta dichiarazioni di Berlusconi "sono molto gravi": "Aggiungo che la tempistica è profondamente sbagliata, perché Draghi mette l'accento su due parole: fiducia e unità. Quirinale, Berlusconi: “Con Draghi al Colle inevitabili elezioni anticipate”. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr