Alzheimer, sono 7.500 le persone colpite in Trentino: “Con il Covid peggiorati i disturbi comportamentali e nuovi sintomi neuropsichiatrici”

Alzheimer, sono 7.500 le persone colpite in Trentino: “Con il Covid peggiorati i disturbi comportamentali e nuovi sintomi neuropsichiatrici”
il Dolomiti SALUTE

Così l'associazione Alzheimer Trento Onlus sulla situazione odierna relativa alla malattia che, nel mondo, colpisce oltre 40 milioni di persone.

In generale i sintomi riportati più frequentemente sono stati l'irritabilità (40%), l'agitazione (31%), l'apatia (35%), l'ansia (29%) e la depressione (25%)

“I dati sull'impatto del Covid sulle persone con demenza – sottolinea l'associazione Alzheimer Trento – e sui loro caregiver hanno confermato che il 60% delle persone colpite ha subito un peggioramento dei disturbi comportamentali preesistenti o la comparsa di nuovi sintomi neuropsichiatrici. (il Dolomiti)

Ne parlano anche altre fonti

Questi sono i fondamentali aspetti da considerare per prevenire l’Alzheimer. Per prevenire l’Alzheimer è bene capire se si hanno delle condizioni pregresse che possono favorirne l’insorgenza. Innanzitutto, la genetica è importante, perché chi ha parenti con l’Alzheimer potrebbe avere un rischio maggiore di contrarlo (Proiezioni di Borsa)

3' di lettura. 15/09/2021 - Attendendo la XXVII giornata mondiale dell’Alzheimer, che si celebrerà il 21 settembre, il Comune di Macerata organizza in piazza Mazzini una tre giorni, da dopodomani 17 settembre a domenica 19, per sensibilizzare sul tema. (Vivere Macerata)

L’appuntamento è organizzato dall’Associazione Alzheimer Udine Odv, con la collaborazione del Comune di Udine - Assessorato alla Salute e al Benessere Sociale - Progetto Oms Città Sane nell’ambito del Progetto Dementia Friendly Community, con il contributo della Fondazione Friuli. (Il Friuli)

Cordignano, taglio del nastro per il centro sollievo nella Casa degli Alpini. Da metà ottobre ospiterà persone con diagnosi di Alzheimer e demenza

Una giornata tinta di viola per non dimenticare la sofferenza delle persone e delle famiglie colpite dalla demenza. L’anno scorso l’Alzheimer Disease International ha segnalato Il Paese Ritrovato come un esempio ed un modello di eccellenza nell’ambito del design a cui far riferimento sia in campo nazionale che internazionale (MBnews)

Ritengo che esperienze come quella della Casa della Memoria, che è completamente privata, debba essere magari ripetuta con l’aiuto del pubblico in tutto il territorio. La Casa della Memoria offre spunti eccellenti, in primis la musico-terapia. (gonews)

Il nuovo centro di sollievo è il 44° nella provincia di Treviso e l’11° nel distretto Ulss di cui fa parte Cordignano. Gli ospiti del Centro Sollievo svolgeranno delle attività che potranno aiutarli nella loro malattia, ad esempio esercitando la memoria (Qdpnews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr