Trappole-bomba, kamikaze, scudi umani: così l’Isis resiste a Mosul

Dopo la fulminea avanzata di ieri, quando sono stati liberati una ventina di villaggi e circa 200 chilometri quadrati di territorio, l’avanzata dei Peshmerga curdi e dell’esercito ha subito una sosta da questa mattina. «Le strade nei villaggi sono disseminate di bombe improvvisate», ha spiegato il colonnello Mohammad Darwish. I combattenti curdi st... Fonte: La Stampa La Stampa
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.
Loading....