Suicidio ecologico delle elettriche, una tesi controcorrente

FormulaPassion.it ECONOMIA

C’è chi parla di una scelta logica, avvalorando la tesi dell’elettrico che rappresenta il futuro della mobilità green, e chi invece contesta aspramente questa decisione, parlando di un vero e proprio suicidio.

L’effettiva sostenibilità ambientale delle auto elettriche è uno dei temi che continua a tenere maggiormente banco, soprattutto dopo che l’Unione Europea ha annunciato lo stop alla vendita di auto equipaggiate con motore termico a partire dal 2035. (FormulaPassion.it)

Se ne è parlato anche su altri media

La lamentela principale e più comune degli utenti "elettrici" è quella dei disservizi dovuti a colonnine vandalizzate, bloccate, in manutenzione o non funzionanti Ormai lo hanno capito anche i sassi: senza colonnine di ricarica per le auto elettriche non si va da nessuna parte. (HDmotori)

Al momento in regione sono presenti 300 colonnine per la ricarica delle elettriche, in previsione oltre 700 nuove installazioni entro il 2022. 3 mila euro il supporto per gli acquisti di auto a benzina, 4mila per le ibride, 5mila per le elettriche. (TGR – Rai)

Punti di ricarica elettrica a scomparsa progettati assieme alla Disability Rights UK con l’obiettivo di garantire un’elevata sicurezza per tutti gli utenti. Il sistema è stato progettato dalla startup Trojan Energy con il contributo di Disability Rights UK. (Rinnovabili)

«L’installazione di colonnine elettriche nelle zone più strategiche della città – sottolinea il sindaco Raffaele Cucchi – offrirà ai cittadini servizi sempre più puntuali che rispondano alle nuove esigenze date dei cambiamenti di consumo in corso. (LegnanoNews.it)

Picchiata elettriche in arrivo. Purtroppo non è stato rafforzato l’ecobonus (4.000 euro e 6.000 rispettivamente per gli acquisti di BEV senza e con rottamazione di auto fino a euro 4). Il risultato non può che essere un crollo delle elettriche, a braccetto con la picchiata delle termiche, delle ibride tutte, incluse le plug-in (ClubAlfa.it)

E quanto, in previsione, inciderà una sempre maggiore potenza richiesta alle stazioni di ricarica per sopperire alle necessità essenziali di spostamento (appunto: autonomia e tempi brevi di allaccio alla rete)? Con il rifinanziamento degli incentivi statali, l’incidenza del parco circolante elettrificato in Italia è potenzialmente stimabile in un nuovo aumento. (Autoblog)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr