Belgio, Courtois svela il segreto del rigore parato al Canada: “Ecco come ho fatto”

ItaSportPress SPORT

Il portiere ha parato un rigore ad Alphonso Davies al debutto nel Mondiale nella gara tra il suo Belgio e il Canada. Redazione ITASportPress Thibaut Courtois ha parlato a Rtbf.be dopo la vittoria del Belgio all’esordio al Mondiale nel match contro il Canada. L'estremo difensore è stato senza dubbio tra i protagonisti decisivi della gara grazie al rigore parato con il quale è riuscito a mantenere inviolata la porta. (ItaSportPress)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Thibaut COURTOIS 7 - Pronti via e para subito il rigore a Davies. Chiude la porta ad ogni tentativo del Canada. Mondiali Errori, sviste e un gran Courtois: un brutto Belgio beffa il Canada 1-0 8 ORE FA (Eurosport IT)

Nel post partita di Belgio-Canada, gara in cui la nazionale nordamericana ha dimostrato grande carattere uscendo sconfitta solo di misura, il commissario tecnico John Herdman ha parlato della prestazi (TUTTO mercato WEB)

"Il Belgio è una squadra molto diversa, nello spirito, da quella del terzo posto nel 2018. Certo che in questo modo quasi tutto rischia di essere appeso a De Bruyne e alla sua voglia di giocare, invece che di discutere. (fcinter1908)

A realizzare il gol decisivo ci ha pensato proprio il sostituto del belga dell’Inter, Batshuayi , sfruttando l’assist di Alderweireld al 44'. Il Canada, alla sua prima partita di Coppa del Mondo degli ultimi 36 anni, non ha sfigurato. (Tuttosport)

"Non è stata una bella partita. Non abbiamo costruito bene anche quando avevamo gli spazi. Non siamo stati abbastanza bravi - riporta HLN. Al termine di Belgio-Canada, match d'esordio per i Diavoli Rossi nel Mondiale 2022, Kevin De Bruyne ha parlato delle difficoltà incontrate nell'arco della gara, decisa dal gol di Batshuayi: (TUTTO mercato WEB)

Il meraviglioso calcio genuino del Canada non ha avuto un premio se non l’amore della sua gente attorno, che aveva organizzato un esodo di massa da una nazione che per il pallone non ha mai provato un minimo interesse: vuoi mettere con il lacrosse? Ma la sfera magica ha conquistato anche quelle terre smisurate e disabituate: non s’era ancora vista, in questa Coppa del mondo, una squadra giocare con una tale passione, con lo slancio emozionato del calcio ancestrale, con lo stessa partecipazione emotiva con cui tutti avevano cantato l’inno, a cominciare dall’allenatore Herdman, che non è nemmeno canadese ma inglese. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr