Fed, rialzo dei tassi non è in vista prima del 2024

Fed, rialzo dei tassi non è in vista prima del 2024
Wall Street Italia Wall Street Italia (Economia)

“Nel valutare l’orientamento appropriato della politica monetaria, il Comitato continuerà a monitorare le implicazioni delle informazioni in arrivo per le prospettive economiche.

“Il Comitato cerca di ottenere il massimo dell’occupazione e dell’inflazione al tasso del 2% nel lungo periodo.

Il Comitato sarà pronto ad adeguare l’orientamento della politica monetaria in modo appropriato qualora emergessero rischi che capaci di ostacolare il raggiungimento degli obiettivi prefissati dal Comitato medesimo. (Wall Street Italia)

La notizia riportata su altre testate

Mercati Fed lascia i tassi fermi, giù le borse. Condividi. di Sabrina Manfroi Avvio in forte calo per le borse europee dopo la scivolata del Nasdaq e la decisione della Fed di mantenere fermi i tassi a 0 fino almeno al 2023. (Rai News)

La Federal Reserve può fare molto, ma non può continuare a sostenere i mercati a questi livelli senza l’aiuto degli stimoli fiscali che solo il Parlamento americano può approvare. I mercati hanno prima spinto gli indici sui massimi di giornata per poi chiudere con un calo modesto. (Il Sussidiario.net)

Seduta negativa anche per il più ampio indice Topix che ha chiuso con una flessione dello 0,35% a 1.638,64 punti. (REUTERS). Fed e Bank of Japan raffreddano i mercati, politiche restaranno ultra accomodanti a lungo, ma pochi dettagli. (Il Sole 24 ORE)

USA: ecco come la Fed e la crisi di liquidità faranno vincere Donald Trump alle elezioni

L'effetto Fed, che non ha annunciato nuove misure, si vede anche sul dollaro, che dopo la recente debolezza ha ripreso la via del rialzo contro le principali valute. I contratti sul Brent consegna novembre sono in calo dell'1,6% a 41,54 dollari mentre il Wti cede l'1,74% a 39,46 dollari al barile. (Il Sole 24 ORE)

L'Asia apre male la giornata dopo una sessione in rosso da parte di Wall Street. Alle ore 7:15 italiane il Nikkei cede lo 0,6%, l'Hange seng perde l'1,4% e così anche Shanghai. (Milano Finanza)

Ma proprio quando la realtà appare troppo semplice e diretta, forse appare il caso di porsi qualche domanda in più, partendo da un vaticinio dello scorso anno, più o meno in questo periodo. Come la Fed farà vincere Donald Trump alle elezioni. (Money.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr