I vaccini, la destra e i finti liberali

I vaccini, la destra e i finti liberali
La Stampa INTERNO

Quello di un Paese, e non per caso, che con la cultura politica liberale – e i diritti, molto legati alla sua componente più radicale – non ha mai avuto una particolare familiarità.

Quando si sente il vento in poppa, scattano la spinta catch-all e l’impulso al ridisegno della propria formazione in chiave di partito pigliatutto

«Liberale» è una delle etichette più strattonate e strumentalizzate del vocabolario politico italiano. (La Stampa)

Su altri giornali

Giorgia Meloni furibonda denuncia l'assenza di un consigliere d'opposizione. Si apre la strada a Simona Agnes per la presidenzaVittima del fuoco amico. Nella giungla vietnamita che è la Rai va in scena un agguato perfetto e scatena fibrillazioni nel centrodestra. (La Verità)

I partiti che strillano «no politici in Rai» si spartiscono il cda e lasciano fuori Fdi
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr