I 5 Stelle cavalcano Gratteri, ma la Cartabia tira dritto

I 5 Stelle cavalcano Gratteri, ma la Cartabia tira dritto
Approfondimenti:
il Giornale INTERNO

In Parlamento è pronta a esplodere la bomba politica per la riforma del processo penale.

In commissione Giustizia alla Camera, riferiscono fonti parlamentari, sarebbero stati presentati quasi mille emendamenti.

La riforma del processo penale deve essere modificata

Le tesi di Gratteri sono state immediatamente cavalcate dai 5 Stelle: le deputate e i deputati grillini in commissione Giustizia hanno sottolineato la necessità di apportare più di qualche correzione rispetto a quanto partorito dal ministro Cartabia. (il Giornale)

La notizia riportata su altri media

Il M5s cavalca dunque l’opinione del magistrato per tornare alla carica sulla riforma Cartabia, già fortemente criticata sul tema della prescrizione. Solo ieri Conte assicurava al premier Mario Draghi che il M5S avrebbe appoggiato la riforma della giustizia del governo, voluta dal ministro Marta Cartabia. (L'HuffPost)

Secondo Gratteri invece i magistrati italiani sono “i più produttivi in Europa”. Secondo il M5s di tratta di “considerazioni che devono indurre tutti a rivedere e modificare nel profondo la riforma, soprattutto con riguardo a prescrizione e improcedibilità (L'HuffPost)

“È stata drammaticamente chiara: la riforma del processo penale messa a punto dalla ministra Marta Cartabia deve essere modificata. Sono quelli presentati dal Movimento 5 stelle alla commissione Giustizia della Camera per modificare ii 24 emendamenti del governo sul processo penale. (Il Fatto Quotidiano)

Riforma Cartabia, l'allarme di Gratteri in commissione Giustizia: «Il 50% dei processi sarà improcedibile»

"C'è un approccio errato alla base della riforma, l'idea secondo cui il tempo eccessivo impiegato per i giudizi di Appello e Cassazione sia correlato alla scarsa produttività dei magistrati" continua. Per la Cassazione si arriva a numeri 10 volte superiori a quelli di altri paesi europei" (Adnkronos)

“L’audizione oggi in commissione Giustizia alla Camera di Nicola Gratteri – dichiarano in una nota le deputate e i deputati del M5S in commissione Giustizia -, procuratore capo di Catanzaro, è stata drammaticamente chiara: la riforma del processo penale messa a punto dalla ministra Marta Cartabia deve essere modificata”. (LA NOTIZIA)

«Il 50% dei processi» finirà sotto la scure della improcedibilità con la riforma della prescrizione della ministra della Giustizia Marta Cartabia. A lanciare quello che lui stesso definisce «un grande allarme sociale che riguarda la sicurezza» è il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri davanti alla commissione Giustizia della Camera, collegato in videoconferenza dal suo ufficio. (LaC news24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr