Senza green pass seduti in bar e ristoranti, undici piacentini sanzionati e sette locali segnalati

Senza green pass seduti in bar e ristoranti, undici piacentini sanzionati e sette locali segnalati
Altri dettagli:
Piacenza24 ECONOMIA

Undici cittadini sono stati sorpresi all’interno dei locali nonostante l’assenza di green pass e per loro sono scattate sanzioni per un ammontare di 4400 euro.

In particolare l’attenzione dei militari si è concentrata su bar, ristoranti e palestre.

Controlli a tappeto dei carabinieri dei Nas nei locali di diverse province italiane.

Un’operazione a livello nazionale che ha coinvolto anche Piacenza, dove il monitoraggio, avvenuto nei giorni scorsi, ha visto la collaborazione dei carabinieri della Stazione Principale e della Stazione Levante. (Piacenza24)

Su altri giornali

Su oltre 8mila controlli effettuati dai carabinieri dei Nas, le sanzioni hanno riguardato appena il 5% delle imprese. “MASSIMO RIGORE, OLTRE 8000 CONTROLLI DEI NAS E VIOLAZIONI (NON TUTTE DI O IN PUBBLICI ESERCIZI) AL DI SOTTO DEL 5%”. (La Gazzetta di Sondrio)

Nel commercio, ad oggi, il calo è quasi del 30%, con 352 nuove imprese in meno rispetto al 2019. Plausibilmente, rispetto alla media precovid, l’anno si chiuderà con oltre mille nuove imprese che non vedranno la luce. (Corriere dell'Economia)

Su oltre 8mila controlli effettuati dai carabinieri dei Nas, le sanzioni hanno riguardato appena il 5% delle imprese. E tra queste, solo una parte sono Pubblici esercizi. (La Rampa)

Green pass obbligatorio, in bar e ristoranti vaccinati 9 lavoratori su 10

Nelle Marche, nello specifico, sono stati controllati 56 locali, e sono state elevate sette multe per il mancato rispetto delle disposizioni sul pass a carico di avventori, gestori e personale I carabinieri del Nas nei giorni scorsi hanno avviato una serie di verifiche, concentrandosi in particolare sul monitoraggio dei locali della movida. (il Resto del Carlino)

E tra queste, solo una parte sono Pubblici esercizi. Tanto da assumersi compiti di controllo che certo non sono propri di chi si occupa di ospitalità”. (Napoli Magazine)

In un clima infuocato a livello nazionale dopo gli scontri e le devastazioni di sabato a Roma (in cui è coinvolto anche il leader di #ioapro, movimento nato contro la chiusura dei ristoranti durante il lockdown), si avvicina la data dell'entrata in vigore dell'obbligo di certificato verde per i lavoratori pubblici e privati, che scatterà il 15 ottobre (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr