DIETRO IL COLLE/ Berlusconi e la carta coperta del centrodestra che disarma Pd e M5s

DIETRO IL COLLE/ Berlusconi e la carta coperta del centrodestra che disarma Pd e M5s
Il Sussidiario.net INTERNO

L’indicazione è per il nome di Silvio Berlusconi, ma l’ufficialità della candidatura ancora non c’è.

Il messaggio che esce dal vertice del centrodestra di ieri è sostanzialmente uno: che la coalizione è unita e marcia compatta verso il voto del 24 gennaio.

Carica giusta per lui, lo sposerei subito". Il fatto è, tuttavia, che la candidatura ancora non c’è.

Berlusconi sta ancora sondando il terreno, si sta impegnando a fondo nel tentativo di scalare il Colle ma non ha ancora scoperto le carte. (Il Sussidiario.net)

Ne parlano anche altre fonti

Non è tenero nemmeno il commento di Carlo Calenda, che imputa al centrodestra e allo stesso Berlusconi "mancanza di senso del limite". Per poi ribadire la linea: "Il candidato deve essere unitario e non divisivo (AGI - Agenzia Italia)

L'altra strada è una persona super partes. "Era doveroso nei suoi riguardi ed è doveroso se dobbiamo scegliere una persona che rappresenti la nostra storia politica. (il Giornale)

Il Pd fa catenaccio per bloccare il Cav "Adesso ha lui il pallino in mano"

Salvini non pare d'accordo: vuole il Viminale per sè («Giammai», dice il Pd) e mandare Giorgetti in panchina Perché ora, ragionano al Nazareno, il Cavaliere ha il pallino in mano: può giocarsela in proprio, con tutti i rischi del caso, oppure scartare abilmente e imporre un candidato. (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr