T-Bond: prezzi in ribasso, si attende decisione Fed

Borsa Italiana ECONOMIA

Questo l'andamento delle altre scadenze: Titolo a 2 anni, rendimento in calo allo 0,199%.

Titoli a 30 anni, rendimento in aumento all'1,914%

Tornando ai titoli di Stato, il rendimento - che si muove inversamente al prezzo - del decennale americano e' in rialzo all'1,256% dal'1,238%.

Titoli a 5 anni, rendimento in rialzo allo 0,716%.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - New York, 28 lug - Prezzi in ribasso per i titoli del Tesoro degli Stati Uniti, con gli investitori che aspettano la decisione di politica monetaria da parte della Federal Reserve alle 14 ora locale (le 20 in Italia). (Borsa Italiana)

Se ne è parlato anche su altri media

"Con i progressi sulle vaccinazioni e il forte sostegno politico, gli indicatori dell'attività economica e dell'occupazione hanno continuato a rafforzarsi", sottolinea lo statement del FOMC, confermando anche che "l'inflazione è aumentata, riflettendo in gran parte fattori transitori". (Teleborsa)

Powell ha poi chiarito che anche rispetto all’aumento dei prezzi “abbiamo una strada da percorrere per raggiungere i nostri obiettivi”. Invariato anche il programma di acquisto titoli per supportare l’economia. (Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente)

(LaPresse/AP) – Le nuove richieste di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti scendono a quota 400.000, un altro segno di forza per l’economia (LaPresse)

A spiegarlo, dopo la riunione del Fomc, la stessa banca centrale, con il presidente Jerome Powell che ha indicato come un rialzo dei tassi “non sia ancora nei radar”. In ogni caso, finché ci sarà il Covid “non saremo mai davvero al sicuro” (EOS Sistemi avanzati scrl)

Per quanto riguarda ulteriori acquisti di titoli, Powell ha confermato che la banca centrale informerà in anticipo tutti i partecipanti al mercato delle ulteriori fasi. Allo stesso tempo, la banca centrale ha cercato di dissipare i timori di un’elevata inflazione. (FUTURA MEMORIA)

Quanto all'inflazione, il numero uno della Fed ha ribadito che "non preoccupa, malgrado sia salita anche oltre il 5%", poiché l'aumento è "legato a una manciata di settori" e non appare generalizzato. Nessun riferimento temporale quindi, né una indicazione sulla misura del "tapering", che resta solo una eventualità e non costituisce un impegno da parte della Fed (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr