11:50: Etna, ecco il magma primitivo del vulcano

11:50: Etna, ecco il magma primitivo del vulcano
RagusaNews INTERNO

Non è raro, ma non è usuale la sua presenza nelle eruzioni del vulcano attivo più alto d’Europa: i magmi rilevati sull'Etna negli ultimi decenni sono stabilmente di tipo basaltico.

"Primitivo" è un termine usato dai vulcanologi per riferirsi a quei magmi la cui composizione è poco cambiata rispetto a quella del mantello terrestre dove si sono formati.

Una risalita di magma più primitivo e quindi più profondo potrebbe innescare eruzioni più energetiche soprattutto come eventi ceneritici i quali, a seconda la direzione del vento, interesseranno i centri abitati del perimetro pedemontano. (RagusaNews)

Se ne è parlato anche su altri media

Alle prime fasi dello 'spettacolo', come testimoniato da scatti fotografici postati dell'Ingv-Oe sulla pagina Facebook INGV vulcani, ha 'assistito' dall'alto una luna che 'tramontava'. (Rai News)

22 Febbraio 2021 22:18. Il tremore vulcanico è in aumento: l’Etna si prepara al quinto parossismo degli ultimi sei giorni. Ha regalato spettacolo in modo costante negli ultimi giorni, l’Etna sarà protagonista anche questa notte. (Stretto web)

Catania - L'Etna è un vulcano carico di energia interna che la notte scorsa dopo la mezzanotte ha dato vita generato getti di lava alti fino a mille metri sopra il cratere di Sud-Est. La localizzazione della sorgente permane al di sotto del Cratere di Sud-Est ad una quota di circa 2. (RagusaNews)

Etna: nuovo parossismo, fontane lava alte 1 km e nube cenere

E’ quanto emerge dai primi esami eseguiti dall’Istituto internazionale di geofisica e vulcanologia-Osservatorio etneo (Ingv-Oe) di CATANIA sui vetri della colata lavica. (il Fatto Nisseno)

Non è raro, ma non è usuale la sua presenza nelle eruzioni del vulcano attivo più alto d’Europa: i magmi rilevati sull’Etna negli ultimi decenni sono stabilmente di tipo basaltico. (Livesicilia.it)

La localizzazione della sorgente permane al di sotto del Cratere di Sud-Est ad una quota di circa 2.800 metri al di sopra del livello del mare. La sorgente del tremore vulcanico è tra i crateri Bocca Nuova e Voragine, ad una quota di 2.400-2.600 metri sopra il livello del mare. (ansa.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr