Nuovo dpcm, si decide per ristoranti, palestre e piscine

Nuovo dpcm, si decide per ristoranti, palestre e piscine
The Wam SALUTE

Nuovo Dpcm nel segno della discontinuità. Sulla riapertura di ristoranti, piscine e palestre se ne discuterà in vista dell’entrata in vigore del nuovo Dpcm, quando il 5 marzo scadrà quello emesso dall’esecutivo Conte.

Sarà inserito nel decreto Ristori un rinvio di altri due mesi.

3 ' di lettura. Sarà una settimana cruciale per le possibili riaperture di ristoranti, piscine e palestre.

Se i tempi non dovessero essere sufficienti, il governo ha già un piano B: sarà previsto un decreto apposito

Si lavora al Decreto Ristori. (The Wam)

Se ne è parlato anche su altri giornali

“Potremmo rivedere i protocolli di sicurezza condivisi nei mesi scorsi e renderli più stringenti, proprio perché garantire condizioni di massima sicurezza resta la priorità, e prevedere aperture serali, non solo a mezzogiorno, nella ristorazione, lezioni e attività individuali in palestre e piscine, dove la frequenza potrebbe essere ancor più controllata. (AltaRimini)

Il nuovo Governo Draghi dovrà decidere dunque per l’apertura di quelle aziende che da tempo non possono esercitare: si parla in particolare di palestre, cinema, piscine, teatri. Tutte le attività che potrebbero rivedere la luce con il nuovo Dpcm (Di martedì 23 febbraio 2021) Dalle palestre e le piscine ai teatri ed i cinema, si valutano Tutte le ipotesi di riapertura delle attività. (Zazoom Blog)

Nodi cruciali sono quelli legati a palestre e piscine ma anche a cinema e teatri. Consentite le attività sportive e di danza indirizzata ai bambini in età scolare, in coerenza con l’apertura delle scuole". (IL GIORNO)

Lotta al Covid a due velocità: "Dove possibile ristoranti di sera e riapertura di palestre e piscine"

Per ora nessuna indiscrezione ma dentro ilsono molte le pressioni per una riapertura Palestre, cinema e ristoranti di sera: il governo decide. (Zazoom Blog)

. 🔊 Ascolta l'audio. Intensificare la lotta alla pandemia, soprattutto di fronte al diffondersi di varianti che rendono il contagio più veloce, ma allo stesso tempo pensare alla ripartenza delle attività ora penalizzate. (News Rimini)

Intensificare la lotta alla pandemia, soprattutto di fronte al diffondersi di varianti che rendono il contagio più veloce, ma allo stesso tempo pensare alla ripartenza delle attività ora penalizzate. Allo stesso modo, devono poter ripartire teatri, cinema, musei e gli spazi culturali e dello spettacolo, sempre con regole rigide di ingresso e presenza (CesenaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr