Conte avverte Draghi: «Niente impunità: le nostre riforme non si toccano». Domani il faccia a faccia con il premier

Conte avverte Draghi: «Niente impunità: le nostre riforme non si toccano». Domani il faccia a faccia con il premier
Altri dettagli:
Open INTERNO

L’ex premier, però, con l’investitura di Beppe Grillo, potrà raffrontarsi con il suo successore a Palazzo Chigi forte di un’investitura convinta di Beppe Grillo.

Conte ha tradotto con «impunità» il concetto di «improcedibilità» previsto dalla riforma di Marta Cartabia, che ripristinerebbe una sorta di prescrizione in ogni grado di giudizio.

Non sarà il primo incontro quello di domani mattina – 19 luglio, ore 11 – tra Giuseppe Conte e il premier Mario Draghi (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr