Covid, Regioni: un cambio di passo nella gestione dell’emergenza

Covid, Regioni: un cambio di passo nella gestione dell’emergenza
AlbengaCorsara News INTERNO

“La priorità adesso è la campagna vaccinale” ha comunque puntualizzato il presidente della Conferenza delle Regioni: “Sta andando a rilento.

Le Regioni sono a disposizione nelle forme e nei modi utili e possibili, a partire dal coinvolgimento diretto di aziende e filiere nazionali.

Sia che si tratti di provvedimenti restrittivi regionali, sia che si tratti di provvedimenti nazionali”.

Chiediamo che la cabina di regia si riunisca a metà settimana e chiediamo di ragionare sulla reale incidenza del rischio di alcune attività. (AlbengaCorsara News)

La notizia riportata su altri media

Inoltre, stiamo già collaborando attivamente col Governo per arrivare ad un accordo quadro nazionale con i medici di medicina generale, coi quali nella nostra regione abbiamo sottoscritto l’intesa per la vaccinazione del personale della scuola” Dunque, il problema sono le forniture: “Per questo – ribadisce – chiederemo al Governo di intraprendere ogni sforzo per reperire più dosi. (Livingcesenatico)

Serve un respiro più lungo ed un’analisi approfondita dei luoghi e delle attività, anche in base ai dati di rischio già accertati. Le Regioni sono a disposizione nelle forme e nei modi utili e possibili, a partire dal coinvolgimento diretto di aziende e filiere nazionali”. (Yahoo Notizie)

Anche per questo abbiamo chiesto al Governo un incontro urgente“, ha dichiarato il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini. I governatori chiedono “un incontro urgente” all’esecutivo. (Diritto.news)

Conferenza delle Regioni, Toma: ecco le richieste presentate al presidente Draghi

- dapippi5 : RT @GassmanGassmann: 95.486 deceduti con covid in Italia dall’inizio della pandemia Così all’incontro di domenica 21 con ille richieste delledovrebbero andare in un’altra direzione. (Zazoom Blog)

Per questo motivo, Bonaccini avanza l’ipotesi di una zona arancione nazionale, in modo tale da non creare problemi e ridurre i “misunderstanding”. Tuttavia, sta crescendo il fronte di chi vorrebbe una revisione anche dell’attuale sistema dei colori, che caratterizza e differenzia le Regioni italiane. (Periodico Italiano)

“Con gli altri presidenti di Regione abbiamo trovato un accordo su una serie di proposte da presentare al Governo – ha dichiarato il presidente Toma dopo l’incontro alla Conferenza delle Regioni – Chiediamo di semplificare il sistema dei colori, da tre fasce a due, di avere un punto il martedì o il mercoledì per non arrivare all’ultimo minuto per l’assegnazione delle fasce re accelerare con i ristori e le vaccinazioni. (Il Giornale del Molise)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr