Usa pronti a revocare le sanzioni all'Iran non coerenti con l'accordo sul nucleare

Usa pronti a revocare le sanzioni all'Iran non coerenti con l'accordo sul nucleare
Sputnik Italia ESTERI

Il ritiro degli USA dal PACG e la ripresa delle trattative. ritirato unilateralmente. nel 2018. L'ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, hagli Stati Uniti dall'accordoe ha imposto dure sanzioni economiche a Teheran, sostenendo che la Repubblica islamica aveva violato l'accordo, cosa che l'Iran nega.

Washington è pronta a revocare parzialmente le sanzioni precedentemente imposte all'Iran come mezzo per riprendere il rispetto reciproco dell'accordo sul nucleare. (Sputnik Italia)

Se ne è parlato anche su altri media

Il Jcpoa ha un solo scopo: impedire che l’Iran sviluppi una bomba nucleare, cosa che Teheran nega da sempre di voler fare, sostenendo di volere arricchire uranio solo per garantirsi l’energia nucleare a scopi civili I negoziatori dei due Paesi si sono incontrati separatamente a Vienna con i diplomatici di Francia, Germania, Gran Bretagna, Russia e Cina. (ilmessaggero.it)

Finanzieremo l’acquisto e l’importazione da dovunque sia possibile», ha detto Rohani, intervenendo in videoconferenza all’inaugurazione di alcuni progetti tecnologici. Gli Stati Uniti hanno ostacolato la consegna di vaccini anti-COVID all’Iran, acquistati attraverso il programma Covax dell’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS). (Corriere del Ticino)

La Repubblica islamica, ha aggiunto Rohani, sta comunque procedendo con lo sviluppo dei vaccini di produzione nazionale. Il presidente ha poi ricordato che il Paese attende anche vaccini anche dall'India, la cui esportazione è stata però bloccata dalla magistratura di Nuova Delhi. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Stati Uniti-Iran, primi passi per tornare all'intesa nucleare

Alla scadenza, a fine maggio, le registrazioni audio e video nei siti nucleari verranno distrutte e l'Agenzia non potrà avervi accesso Gli europei fanno la spola con l'albergo poco distante dove alloggiano gli americani, consegnano messaggi alle due parti, negoziano. (la Repubblica)

“Scambiato per trafficante, USA blocca conti ristoratore”/ La storia choc di Bazzoni. Guerra dei mari segreta tra Iran e Israele, è davvero così? Esiste un parallelismo con quanto avvenuto al largo dello Yemen e la conferenza di Vienna sul nucleare? (Il Sussidiario.net)

Malley ha detto alla tv Pbs che l’America sa di dover rimuovere «tutte le sanzioni in contraddizione con l’accordo». Gli Stati Uniti e l’Iran sono tornati a Vienna, dove nel 2015 fu firmato l’accordo sul nucleare: è il primo progresso concreto nel tentativo di salvare l’intesa abbandonata da Donald Trump tre anni fa. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr