Marelli annuncia 1.500 licenziamenti e rafforza la produzione in Cina

Il Primato Nazionale ECONOMIA

Le eventuali razionalizzazioni – afferma infine Uliano – non possono essere anteposte ad ogni discussione di garanzia di prospettive e soprattutto devono essere condivise da lavoratori e sindacato”

Strutture e centri di ricerca e sviluppo della Marelli Corp sono collocati dunque un po’ in tutto il mondo.

Roma, 23 set – L’ex Magneti Marelli, attualmente Magneti Corp, pianifica 1.500 licenziamenti a livello globale. (Il Primato Nazionale)

La notizia riportata su altri giornali

Marelli, ricordiamo, è stata costituita nel 2019 dopo l’acquisizione di Magneti Marelli compiuta da KKR, che ha rilevato la proprietà da Fiat Chrysler Automobiles fondendola con Calsonic Kansei; la società oggi gestisce circa 170 strutture e centri di ricerca e sviluppo in Europa, Africa, Americhe e Asia Pacifico. (Automoto.it)

Il gruppo tagliera’ circa il 7,5% dei suoi 20.000 dipendenti l’anno prossimo per allineare la forza lavoro e i suoi costi al livello attuale del settore. Dove peraltro, stando alle voci di stampa, non ci sarebbero dei particolari timori sui posti di lavoro (che invece, in Italia, sarebbero soprattutto per lo stabilimento di Sulmona, in Abruzzo). (Vigevano24.it)

Con la carenza di necessità di componenti per automobili si è deciso di ristrutturare l’azienda, snellendola e tagliando il personale. Non si è fatta attendere la risposta dei sindacati, affidata in una nota a Simone Marinelli, coordinatore nazionale Marelli per la Fiom-Cgil. (ilGerme)

Marelli: 1.500 esuberi e focus sul mercato asiatico

Tra l'altro, la ristrutturazione potrebbe anche includere la dismissione di attività non più considerate “core business” o abbastanza redditizie. La sua cessione consentirebbe alla Marelli di incassare risorse destinate a sostenere gli investimenti in attività più promettenti, tra cui nuove tecnologie e mobilità elettrica (Quattroruote)

Questo almeno secondo una lettera inviata dall’amministratore delegato Beda Bolzenius ai dipendenti e vista da Bloomberg News. Il produttore di ricambi e accessori per auto Marelli sta pianificando circa 1.500 tagli di posti di lavoro in tutto il mondo nel tentativo di costruire un’azienda più snella nel mezzo di una crisi dovuta alla carenza di componenti causata dalla pandemia. (ClubAlfa.it)

Magneti Corp (ex Magneti Marelli) sta pianificando 1.500 tagli in organico. Lo storico produttore di ricambi e accessori per auto ma è controllato dal fondo statunitense di private equity Kkr dal 2019. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr