Luca Attanasio, un funzionario Onu indagato per l’attentato in Congo in cui morì l’ambasciatore

Luca Attanasio, un funzionario Onu indagato per l’attentato in Congo in cui morì l’ambasciatore
Corriere della Sera INTERNO

Fra questi uno di loro, un funzionario del Programma alimentare congolese, è stato indagato per il reato di omesse cautele .

Il punto è che non avrebbe provveduto a fornire ad Attanasio e al suo convoglio - in cui viaggiava anche il carabiniere Vittorio Iacovacci, rimasto ucciso - la scorta necessaria per attraversare la foresta di Virunga.

Il pm Sergio Colaiocco che indaga per la Procura di Roma ha notificato al funzionario l’avviso di garanzia

A tre mesi dalla morte di Luca Attanasio, ambasciatore italiano in Congo, c’è una svolta nelle indagini. (Corriere della Sera)

Su altre fonti

Da lì sarebbe seguita una sparatoria, dalla quale il carabiniere Iacovacci cercò di proteggere l’ambasciatore Attanasio, ma entrambi sono rimasti colpiti mortalmente dai rapitori L’iscrizione, effettuata dal procuratore Michele Prestipino e dal sostituto Sergio Colaiocco, è avvenuta dopo l’audizione del funzionario. (Il Notiziario)

Attanasio e Iacovacci erano stati prelevati dalla jeep dalla banda e portati all’interno della foresta. In sostanza di non avrebbe applicato correttamente le procedure operative standard, denominate Sop, che definiscono le regole alle quali attenersi per missioni di quel tipo. (Ticinonews.ch)

Si tratta di un funzionario del Programma alimentare mondiale (Pam) dell'Onu accusato di omesse cautele in relazione all'omicidio dei due italiani. L'iscrizione, effettuata dal procuratore Michele Prestipino e del sostituto Sergio Colaiocco, è avvenuta dopo l'audizione del funzionario. (Avvenire)

Funzionario congolese del Pam è indagato per l'attentato in Congo all'ambasciatore Attanasio

R. e altri due congolesi ascoltati l’altro ieri come testimoni; gli ultimi due nomi dell’elenco appartengono ad altrettanti funzionari del Pam che però non si trovavano a bordo dell’auto assalita dai banditi. (Corriere della Sera)

La sua iscrizione sul registro indagati da parte del procuratore Michele Prestipino e del sostituto Sergio Colaiocco è avvenuta dopo l’audizione del funzionario nelle scorse settimane. C’è una prima persona indagata in relazione all’omicidio dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci, entrambi uccisi in un agguato da parte di un gruppo armato che voleva sequestrarli lo scorso 22 febbraio nella Repubblica Democratica del Congo (infodifesa.it)

'è un indagato nel fascicolo per la morte dell’ambasciatore italiano, Luca Attanasio, e del carabiniere Vittorio Iacovacci, avvenuta in Congo. L'uomo è accusato dalla procura di Roma di "omesse cautele" in relazione all'omicidio dei due cittadini italiani. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr