Posti tutti occupati nella Terapia intensiva e nei reparti Covid: ospedale in difficoltà

Posti tutti occupati nella Terapia intensiva e nei reparti Covid: ospedale in difficoltà
il Resto del Carlino INTERNO

Pochi i tamponi effettuati in questi giorni di festa e, quindi, pochi i pazienti risultati positivi al covid.

Dodici di loro si trovano in Terapia Intensiva dove i letti a disposizione sono al momento tutti occupati.

Occupazione della Terapia Intensiva al 100% e anche nei reparti di isolamento il numero dei ricoveri resta alto.

Tre nelle ultime 24 ore a fronte di soli 21 tamponi (rapporto nuovi positivi-tamponi al 14,29%). (il Resto del Carlino)

La notizia riportata su altri media

Covid: i dati della Lombardia del 6 aprile. I dati di oggi:. – i tamponi effettuati: 10.467 (di cui 7.685 molecolari e 2.782 antigenici) totale complessivo: 8.413.420. – i nuovi casi positivi: 841 (di cui 24 ‘debolmente positivi’). (Prima la Martesana)

E non è l'unico, perché l'età media dei pazienti si è ulteriormente abbassata come sottolinea amaramente il dg Dal Ben: «In terapia intensiva siamo passati dai 66,7 anni del 23 marzo ai 65,3 del 30 marzo e ora siamo a 63,9 anni» (PadovaOggi)

Due pazienti in più rispetto a lunedì ricoverati in terapia intensiva (40 in totale): 18 a Treviso, 9 a Montebelluna, 9 a Vittorio Veneto e 4 a Conegliano. Numeri a cui vanno aggiunti i ricoverati negli ospedali di comunità a Treviso (15 pazienti) e Vittorio Veneto (10 pazienti) (TrevisoToday)

Covid, due decessi e 41 nuovi contagi nel piacentino. Nove pazienti in terapia intensiva - piacenzasera.it

Sorpassano il 30% di posti occupati in intensiva 14 regioni (dati Agenas), fra cui Lombardia (61%), provincia autonoma di Trento (59%), Piemonte (58%), Marche (57%) e Friuli-Venezia Giulia (49%). Il bollettino del 6 aprile del ministero della Salute segnala 7.767 nuovi casi di coronavirus su 112.962 tamponi effettuati in 24 ore (compresi i test antigenici). (Sky Tg24 )

Dunque, prosegue il primario, “attualmente non credo sia possibile mettere in pratica le visite, anche se capisco il motivo della sperimentazione”. Ma, conclude il dottor Cosco, “in questo momento l’unico modo sono i mezzi elettronici, l’uso dei telefonini permettere ai familiari di vedere i loro cari ricoverati, cosa che naturalmente facciamo già” (CatanzaroInforma)

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 258 nuovi casi e Modena (179); poi Reggio Emilia (108), Cesena (71), Ravenna (43), Piacenza (41), Forlì (33), Rimini (22). Nove i pazienti ricoverati in terapia intensiva, uno in meno rispetto a ieri. (piacenzasera.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr