Si dà fuoco a Crema, i passanti filmano. La sindaca: 'Che cosa siamo diventati'

Si dà fuoco a Crema, i passanti filmano. La sindaca: 'Che cosa siamo diventati'
Tiscali.it Tiscali.it (Interno)

Una donna si è cosparsa di liquido incendiario e si è data fuoco prima delle 13 in un campo vicino a un ristorante a Crema.

Serie e molto, molto urgenti.

Il sindaco: "Che cosa siamo diventati?"

Cosa siamo diventati?

Nel frattempo - ha poi raccontato il soccorritore - altre persone con il telefonino in mano sono rimaste nel parcheggio del ristorante.

Se ne è parlato anche su altri giornali

Si parla di un essere umano, ma quelle persone con il telefonino cosa facevano, riprendendo? Una donna si è cosparsa di liquido incendiario e si è data fuoco prima delle 13 in un campo vicino a un ristorante a Crema (Il Messaggero Veneto)

Come raccontato dal primo soccorritore altre persone con il telefonino in mano sono rimaste nel parcheggio del ristorante. Ultimo aggiornamento: Saturday 1 August 2020, 18:51. (Leggo.it)

Sconvolto dalla tragedia e dall'indifferenza dei presenti, il soccorritore scrive al sindaco di Crema, Stefania Bonaldi che pubblica il racconto «agghiacciante» e si chiede «cosa siamo diventati?». Le 13 del primo sabato di agosto, la campagna rovente di Ombriano, alle porte di Crema: una donna, sola in un campo, davanti un ristorante, si cosparge con un liquido e si dà fuoco. (Il Messaggero)

Le 13 del primo sabato di agosto, la campagna rovente di Ombriano, alle porte di Crema: una donna, sola in un campo, davanti un ristorante, si cosparge con un liquido e si dà fuoco. La signora bruciava nel campo di fronte e io ero l'unico che cercava di fare qualcosa. (Il Mattino)

Cosa può renderci così insensibili e distaccati verso la sofferenza degli altri? Scrivo a lei perché è il primo cittadino di Crema e questo evento è successo nella sua, Nostra, città. (CremaOggi.it)

Se fossi passato un paio di minuti prima, forse l’avrei salvata. Nel frattempo - ha poi raccontato il soccorritore - altre persone con il telefonino in mano sono rimaste nel parcheggio del ristorante. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr