In Gran Bretagna per la prima volta il pil ha superato i livelli pre-pandemia, in Germania no

In Gran Bretagna per la prima volta il pil ha superato i livelli pre-pandemia, in Germania no
Milano Finanza ECONOMIA

Anche la produzione industriale della Gran Bretagna ha registrato una solida ripresa a novembre.

In Gran Bretagna per la prima volta il pil ha superato i livelli pre-pandemia, in Germania no, è ancora del 2% inferiore rispetto a quello del 2019.

Inoltre, il settore dell'ospitalità è stato frenato dalle restrizioni del governo e dalla cautela dei consumatori per tutto l'anno.

Un entusiasmo mitigato dalle osservazioni di alcuni economisti che fanno notare che questi dati fanno riferimento al periodo immediatamente precedente all'arrivo in Gran Bretagna della variante Omicron. (Milano Finanza)

La notizia riportata su altri giornali

Si tratta del maggiore aumento congiunturale da ottobre 2020 ed è stato trainato dalla produzione di energia ma anche dall’intera manifattura. Ma fino a che punto questo quadro è destinato a cambiare o addirittura ad essere stravolto dalla pervasività di Omicron? (Corriere della Sera)

Nel cumulato gennaio-ottobre 2021, il fatturato aumenta del 24,4% (+29,9% il fatturato interno e +17,4% quello estero). Inoltre, secondo le elaborazioni Anfia, il fatturato del settore automotive nel suo complesso presenta una variazione negativa del 20,6% a ottobre (ultimo dato disponibile), con una componente interna in calo del 21,6% (-19,3% la componente estera). (Borsa Italiana)

Inoltre, ha proseguito, "la dinamica della produzione industriale potrebbe essere ostacolata da due fattori addizionali: il livello elevatissimo dei prezzi dell'energia e possibili temporanei problemi di disponibilità di manodopera legati all'accelerazione dei contagi da variante Omicron (Milano Finanza)

Ore 18:45 - Produzione industriale: novembre 2021

È continuato a novembre il percorso di miglioramento del mercato del lavoro con una ripresa dell’occupazione e una riduzione della disoccupazione e dell’inattività. La fase di accelerazione dei prezzi al consumo si è protratta anche a fine anno, mostrando una maggiore intensità. (Il Giornale delle PMI)

Si stima infatti che l'indice destagionalizzato della produzione industriale aumenti dell'1,9% rispetto a ottobre, portandosi così il 3,1% oltre i livelli di febbraio 2020, preso a riferimento come ultimo periodo pre-pandemico. (Il Sole 24 ORE)

A novembre 2021 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale aumenti dell’1,9% rispetto a ottobre. L’indice destagionalizzato mensile mostra aumenti congiunturali in tutti i raggruppamenti principali di industrie, con variazioni positive per l’energia (+4,6%), i beni strumentali (+2,0%), i beni di consumo (+1,7%) e i beni intermedi (+0,8%). (Fiscal Focus)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr