Coronavirus in Fvg, 111 contagi e un decesso

Il Piccolo INTERNO

Dall'inizio della pandemia in Fvg sono risultate positive complessivamente 112.717 persone: 22.773 a Trieste, 52.147 a Udine, 22.649 a Pordenone, 13.573 a Gorizia e 1.575 da fuori regione.

ggi, giovedì 16 settembre, in Friuli Venezia Giulia su un totale di 10.546 test e tamponi sono state riscontrate 111 positività al Covid 19, pari all'1,05%.

Si registra infine - conclude la Regione - il contagio di un operatore all'interno di una casa di riposo dell'area udinese

I decessi complessivamente ammontano a 3.812: 817 a Trieste, 2.022 a Udine, 679 a Pordenone e 294 a Gorizia. (Il Piccolo)

Su altri media

Sarà possibile prenotarsi a partire da 28 giorni dopo la somministrazione della seconda dose Le persone rientranti in questa fascia per accedere alla somministrazione dovranno sottoscrivere nel punto vaccinale un'autocertificazione in ordine alla propria condizione di fragilità rientrante nelle disposizioni ministeriali. (ilgazzettino.it)

Sarà possibile prenotarsi a partire da 28 giorni dopo la somministrazione della seconda dose Il tipo di vaccino che verrà inoculato (Pfizer o Moderna) dovrà essere preferibilmente lo stesso usato in occasione della seconda dose, ma sono possibili anche vaccinazioni con farmaci diversi, come stabilito da Aifa. (TriestePrima)

L’obiettivo della terza dose è quello di far raggiungere un adeguato livello di reazione anticorpale a coloro che hanno un sistema immunitario indebolito. (Friuli Oggi)

Per quanto riguarda il Sistema sanitario regionale è stata rilevata la positività di due infermieri dell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina e di un assistente sanitario dell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale Sono inoltre 5.707 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati otto casi (0,14%). (Il Friuli)

Nella giornata odierna si registra un decesso (un uomo di 78 anni di Cervignano del Friuli). Per quanto riguarda il Sistema sanitario regionale è stata rilevata la positività di due infermieri dell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano isontina e di un assistente sanitario dell'Azienda sanitaria universitaria Friuli centrale (Il Messaggero Veneto)

Le persone in carico ai Centri per i trapianti, dializzate e HIV positive potranno anche effettuare la dose addizionale direttamente presso i Centri specialistici di riferimento. (Il Friuli)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr